Home Banca dati Orientamenti Quadro regionale di adattamento ai cambiamenti climatici per le zone marine e costiere del Mediterraneo

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).
Guidance Document

Quadro regionale di adattamento ai cambiamenti climatici per le zone marine e costiere del Mediterraneo

Descrizione:

L'obiettivo principale del quadro è definire un approccio strategico regionale per aumentare la resilienza dei sistemi naturali e socioeconomici marini e costieri mediterranei agli impatti dei cambiamenti climatici, assistendo i responsabili politici e le parti interessate a tutti i livelli del Mediterraneo nello sviluppo e nell'attuazione di politiche e misure coerenti ed efficaci.

Lo sviluppo del Quadro è stato guidato dalla visione che entro il 2025 le aree marine e costiere dei paesi mediterranei e delle loro comunità abbiano aumentato la loro resilienza agli impatti negativi della variabilità climatica e dei cambiamenti climatici, nel contesto dello sviluppo sostenibile. Questo obiettivo deve essere raggiunto attraverso obiettivi comuni, cooperazione, solidarietà, equità e governance partecipativa.

Il quadro, coerentemente con il quadro giuridico stabilito dai protocolli della convenzione di Barcellona, è incentrato sugli ambienti marini e costieri del Mediterraneo. Il suo ambito geografico è quello della convenzione di Barcellona, ossia il Mar Mediterraneo e le zone costiere dei 21 paesi che la confinano. Il quadro riconosce che i cambiamenti climatici avranno impatti che non rispettano i confini di una zona costiera come viene solitamente definito e che potrebbero essere necessarie ulteriori azioni di adattamento costiero nell'entroterra, in particolare nei bacini idrografici interni.

A seguito dell'approvazione del quadro da parte delle parti contraenti della convenzione di Barcellona in occasione della loro 19a riunione ordinaria (COP 19, Atene, Grecia, febbraio 2016), il sistema di piano d'azione delle Nazioni Unite per l'ambiente/Mediterraneo lo offre ai responsabili politici e alle parti interessate della regione mediterranea come uno schema strutturato per facilitare l'individuazione di obiettivi strategici, orientamenti strategici e priorità per l'adattamento ai cambiamenti climatici.

Informazioni di riferimento

Fonte:
Ambiente delle Nazioni Unite/MAP Atene, Grecia (2017)

Pubblicato in Climate-ADAPT Nov 22 2022   -   Aggiornamento più recente in Climate-ADAPT Nov 22 2022

Azioni sul documento