Home Banca dati Indicatori Lunghezza della stagione della Mosquila di tigre

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).

Lunghezza della stagione della Mosquila di tigre

Background Information

L'indice Tiger Mosquito Climatic Season Length è rilevante per la salute umana. La zanzara tigre (Aedes albopictus) è una specie invasiva del sud-est asiatico favorita da un clima più caldo e rappresenta una grave minaccia in quanto trasmette malattie trasmesse da vettori come la dengue e la chikungunya. I fattori ambientali, tra cui le condizioni meteorologiche, influenzano sia la presenza potenziale che l'attività stagionale della zanzara tigre.

Un valore più elevato indica una stagione più lunga e quindi un rischio maggiore per la salute umana.

Definizione

La durata della stagione dell'idoneità climatica della presenza di zanzare tigre (Giorni). La presenza stagionale di idoneità climatica della zanzara tigre è determinata dalle soglie di temperatura e dalle ore di luce solare (fotoperiodo) durante la primavera (quando si verifica la schiusa delle uova) e dall'autunno (un periodo di sviluppo sospeso o di diapausa). In primavera la temperatura dovrebbe essere superiore a 10,5ºC e il fotoperiodo sopra 11,25 ore e in autunno la temperatura dovrebbe essere inferiore a 9,5ºC e il fotoperiodo al di sotto di 13,5 ore. Quest'ultimo è condizionato dalla capacità della zanzara di sopravvivere all'inverno combinato con una soglia sulle precipitazioni annuali. Le condizioni di sopravvivenza sono considerate non adatte a temperature di gennaio inferiori a 0ºC e precipitazioni annue inferiori a 500 mm.

Fonti di dati

I dati sono stati raccolti per conto del Copernicus Climate Change Service (C3S) sulla base delle proiezioni climatiche ospitate sul C3S Climate Data Store (CDS). L'indice è calcolato da una serie di otto simulazioni multi-modello corretto per bias dall'esperimento EURO-CORDEX. Queste simulazioni hanno una risoluzione spaziale di 0,11º x 0,11º, un output giornaliero e coprono gli scenari RCP4.5 e RCP8.5. I dati riguardano il periodo 1971-2099 e le statistiche sono in media per 30 anni in periodi di tempo sovrapposti di 10 anni a parte. Infine, le serie temporali sono mediate per l'insieme del modello. Maggiori informazioni sul set di dati possono essere trovate nelle risorse di documentazione CDS corrispondenti.

Informazioni di supporto

Ulteriori informazioni su questa applicazione sono disponibili nella Guida per l'utente del prodotto (PUG) dell'applicazione nelle risorse di documentazione del CDS. Informazioni correlate sono disponibili anche in altre sezioni del sito SEE:

  • Malattie trasmesse da vettori e cambiamenti climatici: una prospettiva europea (link).

Download dei dati

I dati aggregati mostrati sulla mappa possono essere scaricati come file csv.

Visualisation and Navigation

L'applicazione ha una mappa interattiva sul lato sinistro con una serie di menu a discesa per selezionare le regioni (NUTS, regioni transnazionali o zone d'Europa), l'intervallo di tempo e lo scenario di emissione (RCP4.5 o RCP8.5). Facendo clic sulla mappa, viene visualizzato un pannello di scorrimento sul lato destro che mostra grafici interattivi corrispondenti alle medie spaziali e temporali sulla regione selezionata. Passa il mouse sopra le trame per vedere i valori.


Loading
Loading index...


Il contenuto nelle pagine del European Climate Data Explorer è fornito dal Copernicus Climate Change Service (C3S) implementato da ECMWF. disclaimer