Home Banca dati Pubblicazione e relazioni Calore e salute nella regione europea dell'OMS: dati aggiornati per una prevenzione efficace

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).
Publications and Reports

Calore e salute nella regione europea dell'OMS: dati aggiornati per una prevenzione efficace

Descrizione

Questa pubblicazione raccoglie e sintetizza le prove più rilevanti pubblicate dal 2008, concentrandosi principalmente sui 53 Stati membri serviti dall'Ufficio regionale dell'OMS per l'Europa.

I risultati sono organizzati intorno agli otto elementi che il documento di orientamento originale ha identificato come "core" per un piano d'azione globale per la salute del calore (HHAP), e ogni capitolo è completato dai risultati dell'indagine 2019 dell'OMS sulla pianificazione delle azioni per la salute del calore, ove pertinente per l'argomento trattato. I contenuti principali di ogni capitolo sono descritti di seguito.

Il capitolo 1 definisce la scena e delinea gli impatti di calore e salute, sia osservati che proiettati, concentrandosi sui paesi della regione europea dell'OMS. Le proiezioni indicano chiaramente che senza sforzi adeguati per l'adattamento ai cambiamenti climatici, le esposizioni legate al calore e gli impatti sulla salute associati a tali cambiamenti aumenteranno in modo sostanziale.

Il capitolo 2 riassume le prove sulla governance delle risposte alla sanità pubblica al calore. La necessità di definire e attuare adeguate e concordate risposte e politiche in materia di sanità pubblica è diventata sempre più pressante, sebbene le prove disponibili su ciò che costituisce una buona pratica nella governance di tali risposte siano limitate. Le questioni chiave da affrontare stanno tuttavia diventando sempre più chiare, tra cui finanziamenti adeguati e risorse umane e coinvolgimento formale degli attori subnazionali e non statali.

Capitolo 3 relazioni sui sistemi di allarme per la salute termica e su come gli HHAP dovrebbero essere sostenuti da essi per risposte tempestive ed efficaci. La letteratura scientifica suggerisce che sono stati investiti notevoli sforzi per migliorare le prestazioni del modello di allerta e i tempi di consegna, la diffusione mirata e la loro comprensione tra le parti interessate della sanità pubblica. La valutazione dei sistemi di allarme deve essere effettuata regolarmente per garantire un costante miglioramento e comprensione.

Il capitolo 4 riassume le prove sul modo in cui i piani informativi sulla salute relativi al calore comunicano i rischi di calore e le raccomandazioni. Delinea gli approcci esistenti per rendere efficaci i messaggi sulla salute del calore e considera come gli HHAP possano indirizzare meglio gli avvisi, le raccomandazioni e le informazioni ai loro vari portatori di interessi e pubblico. I paesi hanno generalmente spostato le loro comunicazioni HHAP verso piattaforme tecnologiche basate sul web e mobili, ed è importante che tali transizioni siano effettuate garantendo la giustizia sociale, senza escludere i più vulnerabili o quelli con meno risorse.

Il capitolo 5 riporta i tipi di intervento e le prove sull'efficacia nella riduzione dell'esposizione al calore interno pericoloso. È possibile applicare un'ampia varietà di interventi e tecnologie di raffreddamento passivo (relativo all'alloggiamento e raffreddamento) e al raffreddamento attivo (quali condizionamento d'aria, dispositivi di raffreddamento personali). Tuttavia, la comprensione delle esigenze di comfort termico delle persone più vulnerabili al calore è ancora limitata e mancano i dati sull'associazione in tempo reale tra temperature esterne e interne in ambienti residenziali. Sono necessarie ulteriori ricerche sui rischi di surriscaldamento e soluzioni adattivi negli ospedali, nelle case di cura residenziali e in altri contesti.

Il capitolo 6 illustra le evidenze aggiornate sui fattori di rischio e sulla vulnerabilità. Questa evidenza si sta evolvendo e sta diventando più specifica in termini di esiti sanitari, meccanismi biologici, causalità e vulnerabilità di diversi gruppi. Ad oggi, tuttavia, la maggior parte degli HHAP nazionali menziona i gruppi vulnerabili ma non contiene azioni ad essi rivolte. È opportuno adoperarsi maggiormente per sensibilizzare e promuovere misure di risposta attiva e la formazione dei professionisti della sanità e dell'assistenza sociale. È importante riconoscere che i sottogruppi vulnerabili e le loro esigenze cambiano nel tempo e richiedono un monitoraggio e uno studio continui.

Capitolo 7 riferisce sulla preparazione del sistema sanitario e sociale per il calore. Ad oggi, le prove sulle misure di pianificazione e risposta in vigore all'interno dei contesti sanitari e la loro efficacia sono scarse. Una sfida fondamentale che rimane è l'impatto delle ondate di calore nelle strutture sanitarie e sociali, nonostante i significativi eventi di ondate di calore che si sono verificati in tutta la regione europea dell'OMS negli ultimi anni. È necessario intensificare gli sforzi per condividere le misure di pianificazione e risposta delle migliori pratiche nel settore sanitario.

Il capitolo 8 descrive come la pianificazione urbana a lungo termine può ridurre i rischi di calore. Gli spazi verdi e blu (acqua), i materiali e i colori del paesaggio urbano e le modifiche della struttura urbana sono aree chiave per la mitigazione a lungo termine dei rischi per la salute derivanti dal calore e dalle emissioni di gas a effetto serra. Nonostante il loro potenziale di protezione della salute, gli interventi di pianificazione urbana rimangono l'elemento centrale HHAP meno implementato. Mancano strumenti di azione intersettoriale per consentire alle agenzie sanitarie pubbliche di influenzare le decisioni di gestione urbana al fine di proteggere la salute dal calore. 

Il capitolo 9 esamina l'uso dei processi di monitoraggio e valutazione come componenti cruciali degli HHAP. La sorveglianza sanitaria è importante per monitorare gli impatti sulla salute e valutare le misure di risposta durante e dopo gli eventi delle ondate di calore, ma è ancora un elemento marginale negli HHAP e deve essere promossa. La valutazione comporta un'azione multidisciplinare e collaborativa tra le varie parti interessate per affrontare i diversi aspetti e componenti dell'HAP. Il monitoraggio e la valutazione formali e costanti degli HHAP sono essenziali per comprenderne l'efficacia e le potenziali aree di miglioramento.

Il capitolo 10 fornisce una sintesi dei messaggi chiave della relazione, con conclusioni specifiche e generali, nonché lacune in termini di prove e ricerche.

Le informazioni selezionate da questo rapporto sono visualizzate sulla pagina tematica Sistemi nazionali di allarme per la salute termica e piani d'azione dell' Osservatorio europeo per il clima e la salute.

Informazioni di riferimento

Collaboratore:
Ufficio regionale dell'OMS per l'Europa

Pubblicato in Climate-ADAPT Nov 22 2022   -   Aggiornamento più recente in Climate-ADAPT Dec 06 2022

Azioni sul documento