Home Archivio notizie Archivio notizie

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).

Archivio notizie

  • Scienza per l'azione per il clima: Contributo dell'Unione europea alla ricerca del gruppo di lavoro II del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC) sugli impatti, l'adattamento e la vulnerabilità: fornire soluzioni che consentano uno sviluppo resiliente

    10 Oct 2022

    L'opuscolo sul contributo di ricerca dell'Unione europea (UE) al gruppo di lavoro II del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC) sugli impatti, l'adattamento e la vulnerabilità: fornire soluzioni, consentire uno sviluppo resiliente, mette in evidenza e celebra il contributo dei progetti finanziati dall'UE per spingere i confini di una scienza dell'adattamento di livello mondiale quale ingrediente fondamentale per uno sviluppo resiliente ai cambiamenti climatici e per una transizione giusta per tutti.

  • Sessione congiunta del polo tematico Clima salute al convegno sul tema Collegare la salute e i cambiamenti climatici

    26 Jul 2023

    Il polo tematico clima-salute, tra cui BlueAdapt, catalizzatore, CLIMOS, Horizons, IDAlert e TRIGGER, organizza una sessione congiunta sul tema "Impatti sanitari dei cambiamenti climatici: una via da seguire con il polo tematico clima-salute "alla conferenza ENBEL 2023.

  • Lancio di un Atlante climatico interattivo per la regione della Renania settentrionale-Vestfalia in Germania

    28 Nov 2022

    L'Agenzia per l'ambiente del Land Renania settentrionale-Vestfalia ha pubblicato un Atlante climatico online (Klimaatlas Nordrhein-Westfalen). Comprende mappe, funzionalità interattive per navigare e scaricare dati, nonché indicatori sugli impatti dei cambiamenti climatici e dei cambiamenti climatici a livello subnazionale. La pubblicazione dell'atlante online sostiene l'attuazione della legge sull'adattamento ai cambiamenti climatici nella Renania settentrionale-Vestfalia.

  • La rete europea di osservazione e di dati dell'ambiente marino (EMODnet) lancia il suo servizio di dati marini pienamente unificato

    27 Jan 2023

    La rete europea di osservazione e di dati dell'ambiente marino (EMODnet) ha lanciato il suo servizio di dati marini pienamente unificato, integrando tutti i dati in un unico portale. Un rapido accesso a dati e informazioni affidabili e accurati è fondamentale per affrontare le minacce per l'ambiente marino, sviluppare politiche e normative per proteggere le zone vulnerabili delle nostre coste e dei nostri oceani, comprendere le tendenze e prevedere i cambiamenti futuri. Questo portale contribuisce agli sforzi internazionali ed europei in materia di adattamento ai cambiamenti climatici.

  • Atlante del rischio di siccità con un nuovo approccio per valutare i rischi di siccità e sostenere la gestione della siccità

    12 Oct 2023

    L'Atlante europeo dei rischi di siccità fornisce per la prima volta una valutazione globale e una mappatura dei rischi e degli impatti della siccità nell'UE per un riscaldamento globale di 1.5, 2 e 3 gradi. L'Atlante utilizza un approccio innovativo per affrontare le complesse caratteristiche dei pericoli, dei rischi e degli impatti di siccità. L'Atlante rivela che gli attuali livelli di rischio di siccità sono notevolmente elevati e che le perdite medie annue comportano rischi sia economici che ambientali. L'atlante mira a sostenere lo sviluppo e l'attuazione di politiche e azioni di gestione della siccità e di adattamento in tutta l'Unione europea.

  • I profili per paese di Climate-ADAPT offrono informazioni aggiornate sulle azioni nazionali di adattamento

    02 Oct 2023

    Nel marzo 2023 gli Stati membri dell'UE hanno ottemperato alla loro seconda comunicazione obbligatoria delle azioni nazionali di adattamento a norma del regolamento sulla governance dell'Unione dell'energia e dell'azione per il clima, conformemente ai requisiti del primo regolamento di esecuzione. Inoltre, i paesi membri del SEE al di fuori dell'UE sono stati incoraggiati a riferire volontariamente in merito agli sforzi di adattamento. Sulla base di queste relazioni governative del 2023, i profili per paese di Climate-ADAPT offrono una panoramica strutturata delle azioni di adattamento di ciascun paese con collegamenti ai contributi pubblici.

  • Grandi opportunità, ma anche sfide, per le NBS nelle Nordics

    23 Feb 2023

    La nuova relazione "Lavorare con soluzioni basate sulla natura: Sintesi e mappatura dello status nelle Nordics "fornisce una panoramica dello stato delle soluzioni basate sulla natura, compresi la ricerca, i quadri politici, le sfide e gli esempi di progetti attuati nelle Nordics. La relazione è stata finanziata nell'ambito del programma di ricerca del Consiglio nordico dei ministri per il periodo 2021-24. Il programma incoraggia i paesi nordici a collaborare e a rafforzare la loro base di conoscenze su soluzioni basate sulla natura, ripristino, mitigazione dei cambiamenti climatici e infrastrutture blu/verdi.

  • Adattamento ai cambiamenti climatici: perché le amministrazioni locali non possono farlo da soli

    13 Feb 2024

    Il documento programmatico dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE) fornisce una panoramica e una discussione dei ruoli e delle responsabilità in materia di adattamento ai cambiamenti climatici a tutti i livelli di governo. Sostiene che la cooperazione tra i livelli di governo è necessaria per rafforzare l'adattamento a livello locale.

  • Relazione sulla valutazione dei rischi dei punti di non ritorno e delle opportunità sociali

    07 Dec 2023

    Oltre 200 scienziati di tutto il mondo hanno contribuito alla "Global Tipping Point Report": una relazione completa sui punti di non ritorno del sistema terrestre e sui loro potenziali impatti e opportunità per il cambiamento sociale. Con il riscaldamento globale che sta superando i 1.5ºC, è probabile che si inneschino almeno cinque punti di non ritorno del sistema terrestre, tra cui il crollo dei principali ghiacci e la mortalità diffusa delle barriere coralline di acqua calda. Sulla base di una valutazione di 26 punti di non ritorno negativi del sistema terrestre, la relazione conclude che non è più possibile mantenere lo status quo, con rapidi cambiamenti nella natura e nelle società già in atto e in aumento.

  • Nuove informazioni sul processo e sui risultati della valutazione europea dei rischi climatici

    10 Nov 2023

    La valutazione europea dei rischi climatici (EUCRA) sosterrà l'individuazione delle priorità politiche in materia di adattamento e dei relativi investimenti nello sviluppo delle politiche dell'UE in settori sensibili al clima. Un aggiornamento della pagina Climate-ADAPT EUCRA mostra gli ultimi sviluppi verso la pubblicazione di questo importante prodotto della strategia di adattamento dell'UE.