Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).

Previsione di quattro giorni del biossido di azoto al suolo (NO2) dal Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS)

Lo spettatore fornisce le concentrazioni orarie previste di NO2 (basato su dati satellitari elaborati da CAMS).

USA questa icona per selezionare la data e l'area di interesse

Cleccare su questa icona per visualizzare la mappa in modalità a schermo intero

Facendo clic sulla mappa, è possibile visualizzare un grafico che mostra le variazioni delle concentrazioni oraria di NO2 a livello del suolo nel periodo di previsione in una determinata posizione.  

 

La classificazione delle concentrazioni orarie di NO2 nell'aria ambiente segue quella utilizzata dai dati aggiornati sulla qualità dell'aria per l'Europa, in cui le cinque categorie vanno da buone (e 40 µg/m3) a molto scarse (> 400 µg/m3). Le direttive sulla qualità dell'aria ambiente stabiliscono che, per proteggere la salute umana, le concentrazioni orarie di NO2 non devono superare 200 µg/m3 più di 18 volte per anno civile e le concentrazioni medie annuali non devono superare 40 µg/m3. La soglia di allerta di popolazione perl'NO 2 è fissata a 400 µg/m3 misurata in tre ore consecutive in luoghi rappresentativi della qualità dell'aria (oltre 100 km2 o un' intera zona o agglomerato, a seconda di quale sia il minore). Il superamento di tale soglia comporta la diffusione al pubblico di informazioni sui rischi di esposizione e l'attuazione, se del caso, di misure a breve termine volte a ridurre i livelli di inquinanti.

Nel 2 021 l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha pubblicato nuove linee guida sulla qualità dell'aria per proteggere la salute umana, aggiornando le linee guida sulla qualità dell'aria del 2005 sulla base di una revisione sistematica delle più recenti prove scientifiche di come l'inquinamento atmosferico danneggia la salute umana. Secondo le nuove linee guida dell'OMS, la concentrazione media annua non deve superare 10 µg/m3, la concentrazione giornaliera non deve superare 25 µg/m3 più di 3-4 giorni all'anno e le concentrazioni orarie non devono superare 200 µg/m3. La Commissione europea ha pubblicato una proposta di revisione della direttiva sulla qualità dell'aria ambiente nell'ottobre 2022, che allinea più da vicino gli standard di qualità dell'aria dell'UE alle raccomandazioni dell'OMS del 2021 e introduce valori limite per tutti gli inquinanti atmosferici attualmente soggetti a valori-obiettivo, ad eccezione dell'ozono. Per l'NO2, le concentrazioni orarie non devono superare 200 µg/m3 più di una volta per anno civile, mentre le concentrazioni giornaliere non dovrebbero superare 50 µg/m3 più di 18 volte per anno civile entro il 2030. Per la concentrazione media annua, il limite è fissato a 20 µg/m3.

Ulteriori informazioni: