Home Banca dati Portali d'informazione Servizio di gestione delle emergenze di Copernicus (CEMS)

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).
Information Portal

Servizio di gestione delle emergenze di Copernicus (CEMS)

Descrizione

Il servizio di gestione delle emergenze di Copernicus (CEMS) fa parte del programma Copernicus, il programma di osservazione della terra dell'Unione europea. Il CEMS è gestito direttamente dalla Commissione europea tramite il Centro comune di ricerca.

IlCEMS supporta tutti gli attori coinvolti nella gestione delle catastrofi naturali o provocate dall'uomo fornendo dati geospaziali e immagini per un processo decisionale informato. CEMS monitora costantemente l'Europa e il mondo per i segnali di un disastro imminente o la prova di un evento in tempo reale. Il servizio informa immediatamente le autorità nazionali dei loro risultati o può essere attivato su richiesta e offre loro mappe, serie temporali o altre informazioni pertinenti per gestire meglio il rischio di catastrofi. I prodotti CEMS sono creati utilizzando dati satellitari, in situ (non spaziali) e modelli.

Il CEMS comprende due componenti: Mappatura on-demand e Early Warning & Monitoring. Copernicus EMS Early Warning and Monitoring offre informazioni geospaziali critiche a livello europeo e globale attraverso continue osservazioni e previsioni per inondazioni, siccità e incendi boschivi. Comprende il sistema europeo di sensibilizzazione alle alluvioni (EFAS), il sistema europeo d'informazione sugli incendi boschivi (EFFIS) e l' Osservatorio europeo della siccità (EDO)Si collega anche alle versioni globali di questi sistemi di allarme rapido (gloFAS, GDO, GWIS) e al sistema globale di allarme e coordinamento delle catastrofi (GDACS) per i cicloni tropicali. Queste versioni coprono le zone d'oltremare d'Europa che sono spesso colpite da eventi estremi.

Informazioni di riferimento

Collaboratore:
European Commission

Pubblicato in Climate-ADAPT Nov 22 2022   -   Aggiornamento più recente in Climate-ADAPT Dec 06 2022

Azioni sul documento