Home Dati relativi al clima e alla salute Proiezioni e strumenti Esposizione dei gruppi vulnerabili ai rischi climatici

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).

Esposizione dei gruppi vulnerabili ai rischi climatici

Messaggi chiave

  • In alcuni paesi europei (ad esempio, Finlandia, Lussemburgo, Slovenia, Romania o Grecia) le unità amministrative con tassi di disoccupazione elevati contengono aree più ampie potenzialmente soggette a inondazioni rispetto alle zone con bassi tassi di disoccupazione. Tuttavia, in altri paesi (Spagna, Italia o Slovacchia) le zone con minore disoccupazione tendono ad avere una maggiore esposizione a potenziali inondazioni.
  • In alcuni paesi europei (ad esempio, Finlandia e Grecia), le unità amministrative con un'elevata percentuale di anziani nella popolazione tendono ad avere una maggiore esposizione potenziale alle alluvioni rispetto ai luoghi con una percentuale inferiore di anziani. La situazione è invertita, ad esempio, in Croazia, Islanda, Danimarca o Paesi Bassi.
  • Circa il 10 % delle strutture educative e l'11 % delle strutture sanitarie in tutta Europa si trovano in aree potenzialmente soggette a inondazioni. La percentuale più elevata di strutture educative potenzialmente a rischio di inondazioni è presente in Austria, Paesi Bassi, Slovacchia e Slovenia. La percentuale più elevata di strutture sanitarie potenzialmente a rischio di inondazioni è presente in Finlandia (33 %), nei Paesi Bassi (20 %), in Austria, Svezia e Romania (oltre il 15 %). 
  • In tutte le città europee, il 46 % degli ospedali e il 43 % delle scuole sono in aree di almeno 2ºC più calde della media regionale a causa dell'effetto di Urban Heat Island. Questo include il 5 % delle scuole e il 4 % delle strutture sanitarie entro l'intensità di Urban Heat Island sopra i 4ºC. Alcune delle città con la percentuale più alta e il numero totale di scuole all'interno di UHI > 2ºC si trovano in Italia, Spagna, Grecia e Francia.

Vedi il visualizzatore della mappa qui.

Per informazioni sull'affrontare le disuguaglianze nell'esposizione e nell'impatto dei rischi climatici, cfr. il briefing del SEE 2022 "Verso una giusta resilienza": non lasciare indietro nessuno nell'adattarsi al cambiamento climatico".