Home Archivio Metà dei bambini in Europa e Asia centrale esposti a un'elevata frequenza di ondate di calore, tutti entro il 2050
Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).

Metà dei bambini in Europa e Asia centrale esposti a un'elevata frequenza di ondate di calore, tutti entro il 2050

Secondo un nuovo documento programmatico dell'UNICEF, circa la metà dei 184 milioni di bambini in Europa e in Asia centrale è esposta a un'elevata frequenza di ondate di calore. Si tratta del doppio della media mondiale di 1 bambini su 4 esposti ad alta frequenza di ondate di calore. Entro il 2050 tutti i bambini europei sarebbero esposti ai rischi di un'elevata frequenza di ondate di calore.

I neonati e i bambini piccoli soffrono di più durante le ondate di calore mentre le loro temperature al centro aumentano significativamente più alte e più velocemente rispetto agli adulti. Le ondate di calore non solo influenzano la salute dei bambini, ma anche la loro capacità di concentrarsi e imparare, mettendo a rischio la loro istruzione. Poiché gli adulti sperimentano il calore in modo diverso, i genitori e i custodi possono perdere i sintomi di malattie legate al calore nei bambini, mettendo la salute dei bambini a ulteriore rischio, secondo Beat the Heat: proteggere i bambini dalle ondate di calore in Europa e Asiacentrale, il nuovo briefing dell'UNICEF basato su un'analisi dei dati del 2020 provenienti da 50 paesi.

Lafrequenza delle ondate di calore dovrebbe aumentare ulteriormente in Europa, così come l'esposizione dei bambini. Anche uno scenario conservativo di 1,7ºC di riscaldamento globale medio (SSP1) esporrà tutti i bambini europei ad alta frequenza di ondate di calore* entro il 2050. La moltitudine di implicazioni negative sulla salute attuale e futura di così tanti bambini della regione deve esortare i governi a investire in misure di mitigazione dei cambiamenti climatici e di adattamento. Per proteggere i bambini, l'UNICEF consiglia di:

  1. Investire nell'assistenza sanitaria primaria
  2. Investire nei sistemi nazionali di allarme rapido per il clima
  3. Adattare i servizi per far fronte agli impatti delle ondate di calore
  4. Garantire finanziamenti adeguati
  5. Dotare i bambini di istruzione e formazione

Il briefing può essere consultato sul sito web dell'UNICEF.

 

*Alta frequenza di onda di calore: Dove ci sono in media 4,5 o più ondate di calore all'anno.

Date: 01 Aug 2023