Home Contesto politico Quadro politico europeo Attività dell'OMS/Europa in materia di cambiamenti climatici e salute

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Attività dell'OMS/Europa in materia di cambiamenti climatici e salute

Visione e impegno politico

L' Ufficio regionale per l'Europa dell'OMS (OMS/Europa) è uno dei sei uffici regionali dell'OMS e serve la regione europea dell'OMS, che comprende 53 paesi. L'OMS/Europa, tra l'altro, lavora per individuare le opzioni strategiche per aiutare a prevenire, preparare e rispondere agli effetti dei cambiamenti climatici sulla salute e sostiene gli Stati membri dell'UE nella selezione e nell'attuazione delle politiche, delle misure e delle strategie più adatte. L'OMS/Europa collabora con una serie di parti interessate della sanità pubblica nella regione europea dell'OMS, per garantire che venga intrapresa un'azione coordinata per sviluppare e attuare politiche sanitarie efficienti e per rafforzare i sistemi sanitari in diversi paesi.

L'Ufficio regionale per l'Europa dell'OMSsostiene azioni sui rischi per la salute legati al clima sin dagli anni'90, anche attraverso il processo europeo per l'ambiente e la salute. Il programma di lavoro europeo (2020-2025) "Azione unita per una salute migliore" definisce una visione di come l'Ufficio regionale dell'OMS per l'Europa possa aiutare le autorità sanitarie dei paesi a soddisfare le aspettative dei cittadini di poter prosperare nelle comunità sane, in cui le azioni di sanità pubblica e le politiche pubbliche appropriate, anche in materia di mitigazione dei cambiamenti climatici e adattamento ai cambiamenti climatici, garantiscono una vita e un benessere migliori. I cambiamenti climatici e la salute sono uno dei sette settori prioritari della Dichiarazione Ostrava 2017 sull'ambiente e la salute, in cui i 53 Stati membri della regione europea dell'OMS si sono impegnati a sviluppare portafogli nazionali di azioni in materia di ambiente e salute.

L'iniziativa Zero Regrets mira a potenziare l'azione sulla mitigazione dei cambiamenti climatici e sull'adattamento alla salute. Si rivolge ai responsabili politici, in particolare del settore sanitario, per sensibilizzare in merito ai legami tra salute e cambiamento climatico. L'iniziativa fornisce prove pertinenti, offre aree di azione politica in grado di massimizzare i benefici per la salute e promuove la collaborazione tra i settori e gli attori. Tutto ciò pone le basi per la formulazione di impegni in materia di cambiamenti climatici e salute per lasettima conferenza ministeriale sull'ambiente e la salute che si terrà in Ungheria nel 2023.

Il programma per la salute COP26 è un'iniziativa faro globale che è stata istituita per portare una maggiore attenzione e ambizione in materia di salute alla COP26 e oltre e per invitare i governi a firmare gli impegni del settore sanitario per costruire e sviluppare sistemi sanitari a basse emissioni di carbonio resilienti e sostenibili ai cambiamenti climatici. Finora, nella regione europea dell'OMS, i governi di Belgio, Danimarca, Georgia, Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna e Regno Unito hanno risposto positivamente a questo invito e si sono impegnati ad adottare misure concrete per raggiungere questi obiettivi.

Gruppo di lavoro sulla salute nei cambiamenti climatici (HIC) 

Il gruppo di lavoro sulla salute nei cambiamenti climatici (HIC) è stato istituito nel 2012 sotto il mandato della task force europea per l'ambiente e la salute (EHTF) su richiesta degli Stati membri della regione europea dell'OMS per proteggere la salute dagli effetti negativi dei cambiamenti climatici. EHTF è il principale organismo internazionale per l'attuazione e il monitoraggio del processo europeo dell'ambiente e della salute, in particolare degli impegni stabiliti nella dichiarazione di Ostrava sull'ambiente e la salute.

Il gruppo di lavoro HIC è composto da rappresentanti designati degli Stati membri e dei partner. Facilita il dialogo e la cooperazione tra gli Stati membri nella regione europea dell'OMS e altre parti interessate, nonché la comunicazione e l'attuazione degli impegni per proteggere la salute dagli effetti negativi dei cambiamenti climatici. In particolare, il gruppo di lavoro promuove e sostiene l'integrazione delle considerazioni sulla salute nelle politiche nazionali di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici e agisce come catalizzatore nella promozione, nell'attuazione e nel monitoraggio degli impegni in materia di cambiamenti climatici e sanitari nella dichiarazione di Ostrava a livello internazionale, nazionale e subnazionale. L'HIC fornisce una piattaforma per lo scambio di esperienze e innovazioni, la promozione di strumenti, la comunicazione di prove e la dimostrazione di buone pratiche in materia di cambiamenti climatici e salute e incoraggia il partenariato tra paesi e parti interessate.

Sviluppare conoscenze ed evidenze

L'OMS/Europa è un importante sviluppatore di conoscenze nel campo dei cambiamenti climatici e della salute. Nel 2018, l'OMS/Europa ha pubblicato un rapporto "Salute pubblica e politiche di adattamento ai cambiamenti climatici nell'Unione europea", che analizza gli sviluppi delle politiche sanitarie per affrontare l'adattamento ai cambiamenti climatici nei paesi dell'UE e compila una selezione di studi di casi di buone pratiche. Calore e salute nella regione europea dell'OMS: le evidenze aggiornate per una prevenzione efficace ( 2021) raccolgono e sintetizzano le prove più pertinenti allo stato dell'arte, con l'intento di fornire informazioni aggiornate e orientamenti sulla pianificazione delle azioni per la salute termica.

L'iniziativa Health and Climate Change Country Profiles costituisce la base del monitoraggio da parte dell'OMS dei progressi nazionali e globali in materia di salute e cambiamenti climatici. Sono sviluppati in collaborazione con i servizi sanitari nazionali e presentano istantanee basate sui dati dei rischi climatici e gli impatti attesi sulla salute dei paesi che stanno affrontando i cambiamenti climatici, tracciano le attuali risposte politiche e riassumono le priorità chiave per l'azione per il clima e la salute. A livello globale, oltre 80 paesi hanno partecipato a questa iniziativa da quando è iniziata nel 2015, compresi gli Stati membri della regione europea dell'OMS nella prima serie globale 2015-2018. Nell'attuale ciclo globale 2021-2022 hanno partecipato diversi altri paesi della regione europea dell'OMS. Tutti i profili diventano sempre più disponibili online.