Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).

Adattamento ai monti dei Carpazi

Quadro politico

La Convenzione quadro sulla protezione e lo sviluppo sostenibile dei Carpazi (Convenzione dei Carpazi) è stata adottata nel maggio 2003 a Kiev, Ucraina, entrata in vigore nel gennaio 2006. I paesi hanno chiesto al Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (Ambiente delle Nazioni Unite) di sostenere il processo della Convenzione e di ospitare il Segretariato della Convenzione dei Carpazi istituita nel maggio 2004.

 

Convenzione dei Carpazi

La visione comune delle parti della convenzione dei Carpazi è quella di perseguire politiche e cooperazione globali al fine di garantire la protezione e lo sviluppo sostenibile dei Carpazi. Il miglioramento della qualità della vita, il rafforzamento delle economie e delle comunità locali e la conservazione dei valori naturali e del patrimonio culturale dovrebbero andare di pari passo nell'area dei Carpazi. Al fine di attuare la Convenzione, vengono sviluppate attività in diverse aree tematiche che vanno dallo sviluppo di nuovi protocolli e la creazione di partenariati strategici con attori chiave della regione, alla realizzazione di diverse iniziative all'interno dei Carpazi e non solo. La Convenzione fornisce inoltre una piattaforma di dialogo tra tutte le parti interessate che agiscono nell'area dei Carpazi, comprese le comunità locali, le ONG, le autorità regionali e nazionali e le organizzazioni internazionali.

L'agenda strategica per l'adattamento ai cambiamenti climatici

In occasione della quarta riunione della Conferenza delle Parti della Convenzione dei Carpazi del 2014 è stataadottata l'Agenda strategica sull'adattamento ai cambiamenti climatici nella regione dei Carpazi. L'obiettivo dell'agenda è assistere gli Stati membri della Convenzione dei Carpazi, gli enti locali e regionali e le altre parti interessate nella formulazione delle risposte ai cambiamenti climatici come un modo per garantire lo sviluppo sostenibile nella regione. L'agenda strategica comprende raccomandazioni per lo sviluppo delle politiche, il cambiamento istituzionale e le misure di adattamento basate sugli ecosistemi.

DG Strategia

La convenzione dei Carpazi collabora strettamente con la direzione generale della Politica regionale e urbana dell'UE (DG Regio) per l'integrazione e la profilazione delle montagne a livello dell'UE, sia nelle strategie macroregionali sia attraverso nuove possibili iniziative, il cui obiettivo finale sarà la possibilità di sviluppare un "Agenda montuosa" per l'Europa.Nell'ambito di tale cooperazione è stato elaborato un documento congiunto di sinergia tra la convenzione dei Carpazi e le pertinenti aree prioritarie della strategia europea per la regione del Danubio (EUSDR). A tale proposito, sono già stati firmati diversi protocolli di cooperazione tra la convenzione dei Carpazi e le aree prioritarie dell'EUSDR:

  • Il memorandum di cooperazione tra la convenzione dei Carpazi e EUSDR PA 1B "Mobility Rail-Road-Air", 07 giugno 2016 
  • Memorandum di cooperazione tra la convenzione dei Carpazi e EUSDR PA 04 "Qualità dell'acqua", 30 agosto 2016
  • Memorandum di cooperazione tra la convenzione dei Carpazi e EUSDR PA 02 "Energia", 03 novembre 2016

I memorandum faciliteranno una cooperazione rafforzata/rafforzata tra la convenzione dei Carpazi e l'EUSDR e avranno un impatto positivo sull'attuazione degli obiettivi stabiliti dalla convenzione dei Carpazi e dall'EUSDR.Per garantire il coordinamento di tutte le attività pertinenti dell'EUSDR e della convenzione dei Carpazi, il memorandum si basa su approcci già esistenti e propone alcuni nuovi meccanismi pratici di collaborazione, tra cui: rafforzare le retiun coordinamento più stretto; contributo all'allineamento dei finanziamenti; Danubio — Progetto Carpazie cooperazione intersettoriale.

Per maggiori informazioni: http://www.carpathianconvention.org/spatial-development.html

Le organizzazioni

Per sostenere l'attuazione dell'agenda strategica, la Conferenza delle parti ha istituito un gruppo di lavoro sull'adattamento ai cambiamenti climatici. In particolare, il gruppo di lavoro ha i seguenti compiti:

  • A beneficio delle autorità nazionali e regionali della regione dei Carpazi;
  • Sostenere le proposte politiche in linea con il Libro bianco della Commissione sull'adattamento ai cambiamenti climatici e con gli obiettivi della convenzione dei Carpazi;
  • Contribuire a un sistema d'informazione dei Carpazi e dell'UE sulla vulnerabilità e l'adattamento ai cambiamenti climatici.
Il gruppo di lavoro scambia informazioni e promuove la comunicazione con altri gruppi di lavoro pertinenti della convenzione dei Carpazi (ad esempio il gruppo di lavoro sulla biodiversità, il gruppo di lavoro sulla gestione sostenibile delle foreste, il gruppo di lavoro sullo sviluppo territoriale) e collabora con altre circoscrizioni e organizzazioni interessate al di là della convenzione dei Carpazi, ad esempio la Commissione internazionale per la protezione del Danubio del Danubio (ICPDR), il programma WWF Danubio-Carpazi (DCP), L'Agenzia europea dell'ambiente (AEA), la Convenzione delle Alpi, la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), il gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC), Eurac Research, Science for the Carpathians (S4C) e il partenariato globale per l'acqua.   .