Home Banca dati Casi di studio Rafforzare la resilienza del trasporto ferroviario ai pericoli alpini in Austria

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
The European Climate and Health Observatory is undergoing reconstruction until June 2024 to improve its performance. We apologise for any possible disturbance to the content and functionality of the platform.
Casi studio

Rafforzare la resilienza del trasporto ferroviario ai pericoli alpini in Austria

Rafforzare la resilienza del trasporto ferroviario ai pericoli alpini in Austria

Il sistema di trasporto ferroviario del paese alpino Austria svolge un ruolo importante nel transito europeo di passeggeri e merci. Inoltre, la rete ferroviaria austriaca è essenziale per l'accessibilità delle valli alpine laterali ed è quindi di fondamentale importanza per il loro benessere economico e sociale. Se le reti di traffico sono (temporaneamente) interrotte, opzioni alternative per il trasporto sono raramente disponibili. A causa della topografia alpina e del limitato spazio disponibile, le linee ferroviarie spesso seguono pianure alluvionali e si trovano lungo pendici ripidi e instabili. Ciò li espone considerevolmente a inondazioni e in particolare a pericoli alpini, come flussi di detriti, cadute rocciose, valanghe o frane. Questi eventi possono causare danni sostanziali alle infrastrutture ferroviarie, rappresentare un rischio per la sicurezza dei passeggeri e sono quindi una grande preoccupazione per le ferrovie federali austriache (ÖBB Infra AG). In futuro, il rischio di rischi alpini potrebbe aumentare notevolmente a causa dei cambiamenti climatici. Per affrontare i rischi attuali e futuri derivanti da rischi legati al clima, l'ÖBB Infra AG si avvale di una combinazione di misure di protezione strutturale e di un sistema di monitoraggio meteorologico specifico per le ferrovie e di allarme rapido.

Descrizione del caso studio

Sfide

La dura natura montuosa delle Alpi Orientali, in cui si trova circa il 65 % del territorio nazionale dell'Austria, rappresenta una sfida particolare per la pianificazione e la gestione dei trasporti ferroviari. Rilievi e ripidi pendii limitano lo spazio utilizzabile per insediamenti permanenti e infrastrutture. Quindi, le linee ferroviarie spesso seguono pianure alluvionali o si trovano lungo ripidi pendii instabili, che li espone considerevolmente a inondazioni e in particolare a pericoli alpini, ad esempio flussi di detriti, cadute rocciose, valanghe o frane. Di conseguenza, l'infrastruttura ferroviaria e il funzionamento sono stati ripetutamente colpiti da pericoli alpini. Ad esempio, diversi autobus di un treno interurbano sono deragliati al torrente Masonbach (Vorarlberg) l'11agosto 1995, a seguito di un evento di detriti che aveva distrutto un ponte. Tre persone sono state uccise, 17 persone sono state gravemente ferite e la pista è stata chiusa per quasi una settimana. Sempre nel giugno 2013, gli eventi di flusso di inondazioni e detriti hanno causato danni sostanziali all'infrastruttura ferroviaria. L'operatore ferroviario nazionale ÖBB Infra AG ha registrato perdite per circa 75 milioni di euro alla sua rete ferroviaria.

La maggior parte dei pericoli alpini sono innescati da condizioni meteorologiche estreme/grave (idro-) come forti precipitazioni, rapido scioglimento della neve o temperature estreme. In futuro, il rischio di rischi alpini potrebbe aumentare significativamente a causa dell'impatto dei cambiamenti climatici. Ad esempio, il numero di eventi piovosi molto intensi potrebbe aumentare del 36 % nelle zone alpine e del 70 % nelle pianure del paese (tra il periodo di riferimento 1961-1990 e il periodo di proiezione 2011-2040; Kellermann et al. 2016).

Le ferrovie federali austriache (ÖBB Infra AG), insieme ai partner della società civile, del settore privato e del governo, hanno il compito impegnativo di valutare i rischi, adottare misure preventive e garantire il funzionamento sicuro e continuo della rete. Una strategia di riduzione del rischio seguita è l'attuazione di misure di protezione strutturale, come dighe e argini. A tale riguardo, la definizione delle priorità delle misure e delle questioni relative alla ripartizione dei costi con altre parti interessate governative è una sfida. Allo stesso tempo, l'attuazione di misure strutturali contro i pericoli alpini in Austria — con i suoi circa 5.000 torrenti e 3.800 sentieri valanghe — è spesso impossibile sia per motivi economici che per aspetti della protezione della natura e del paesaggio. Poiché le misure tecniche sono quindi limitate per garantire un livello commisurato di sicurezza per le operazioni ferroviarie nella topografia alpina, vi è una forte necessità di ulteriori misure di riduzione del rischio (non strutturali), come il monitoraggio delle condizioni meteorologiche e l'allarme rapido.

Obiettivi

Gli eventi meteorologici estremi rappresentano un grande rischio per le infrastrutture ferroviarie e per la sicurezza dei passeggeri. In futuro, i cambiamenti climatici avranno probabilmente gravi implicazioni sui rischi meteorologici nella regione alpina. Per ridurre al minimo i danni diretti all'infrastruttura ferroviaria, l'ÖBB Infra AG, insieme ai suoi partner, attua misure di protezione strutturale, laddove ciò sia fattibile dal punto di vista economico, tecnico ed ambientale. Tuttavia, soprattutto nell'ambiente alpino, la piena protezione non è possibile e il profilo di rischio cambia continuamente a causa dei cambiamenti climatici. Per garantire il funzionamento sicuro e continuo della rete e la sicurezza dei passeggeri, è stato installato un sistema complementare di monitoraggio delle condizioni meteorologiche e di allarme rapido.

Soluzioni

La ÖBB Infra AG segue principalmente due strategie complementari di gestione del rischio. Da un lato, il rischio di rischi alpini è ridotto mediante l'attuazione di misure di protezione strutturale. ÖBB Infra AG è principalmente responsabile della costruzione e del mantenimento di misure di protezione, come dighe o capannoni di detriti. Nella maggior parte dei casi, deve anche finanziare tali misure. Tuttavia, se le misure previste proteggono anche gli insediamenti o altri elementi infrastrutturali come le strade o l'approvvigionamento energetico, avviene la cooperazione con altre autorità o comunità statali e regionali e il sistema di protezione può essere sovvenzionato nell'ambito della legge sull'assistenza all'ingegneria idraulica (WBFG [1985] 2014).

D'altra parte, il rischio dei pericoli alpini si riduce migliorando la preparazione alla risposta e alla gestione delle emergenze. Un elemento chiave della strategia di riduzione del rischio di ÖBB è il sistema di monitoraggio delle condizioni meteorologiche e di allarme rapido denominato infra:wetter, che è gestito congiuntamente da ÖBB e dal servizio meteorologico privato UBIMET GmbH. Questo portale web interattivo a disposizione del personale ÖBB combina dati provenienti da stazioni meteo proprie ed esterne dello ZAMG (Zentralanstalt für Meteorologie und Geodynamik — Istituto centrale di meteorologia e geodinamica), radar, satelliti e proiezioni meteorologiche locali e globali con informazioni dettagliate sulla rete ferroviaria completa in Austria. Fornisce un calcolo di importanti parametri meteorologici come temperatura, velocità del vento, precipitazioni, nevicate e la linea di neve a livello locale.

Oltre a fornire avvisi personalizzati e specifici per la rotta a circa 1.500 utenti, infra:wetter viene utilizzato anche per identificare le cosiddette condizioni meteorologiche critiche (CMC) in anticipo: condizioni meteorologiche che potrebbero causare maggiori perturbazioni del traffico ferroviario e quindi richiedono un'azione coordinata da parte del dipartimento di gestione dei rischi naturali della ÖBB Infra AG. Nel caso in cui venga rilevata una condizione meteorologica critica con un tempo di preavviso sufficiente, viene emesso un avviso meteorologico e viene implementato un piano di procedure. Ciò può includere l'installazione di un comando di incidenza che decide sulle precauzioni di sicurezza operativa, come limiti di velocità, chiusure di binari o misure temporanee di mitigazione. Ad esempio, nel caso in cui si prevedano forti nevicate, possono essere intraprese misure quali una pianificazione riveduta delle risorse umane e la fornitura di servizi invernali o il preriscaldamento dei punti di commutazione per garantire l'operatività della rete. L'esistenza di un sistema funzionante di monitoraggio delle condizioni meteorologiche e di allarme rapido è anche una soluzione efficace e flessibile di gestione del rischio per affrontare i cambiamenti previsti nella frequenza e nell'intensità dei pericoli climatici dovuti ai cambiamenti climatici.

Rilevanza

Caso sviluppato e implementato principalmente a causa di altri obiettivi politici, ma con una considerazione significativa degli aspetti di adattamento ai cambiamenti climatici

Dettagli aggiuntivi

Partecipazione degli attori interessatI

Per affrontare il rischio rappresentato dai pericoli naturali, ÖBB Infra AG fornisce risorse pertinenti per la gestione dei pericoli naturali ed è autorizzata a prendere le proprie decisioni in qualità di azienda. Tuttavia, a causa della complessa situazione dei pericoli alpini, la loro gestione all'interno del trasporto ferroviario in Austria non può essere gestita dalla sola ÖBB Infra AG e le misure strutturali di attenuazione dei rischi nel settore dei trasporti devono essere allineate con le strategie pubbliche di gestione del rischio in molti luoghi. Pertanto, sono necessari partenariati e una cooperazione vitale tra le varie parti interessate a diversi livelli amministrativi, vale a dire dal livello locale a quello nazionale.

A livello superiore, ÖBB Infra AG collabora con i ministeri federali su questioni strategiche come le decisioni legislative e gli standard tecnici. A livello di misure strutturali di riduzione del rischio, ÖBB Infra AG collabora con le autorità regionali, le comunità e il ministero federale dell'agricoltura, delle foreste, dell'ambiente e della gestione delle acque (BMLFUW). Per quanto riguarda le misure non strutturali, ÖBB Infra AG collabora con il settore privato, le istituzioni accademiche e le autorità regionali per il funzionamento del sistema di monitoraggio delle condizioni meteorologiche e di allarme rapido e per migliorare le valutazioni dei rischi.

Successo e fattori limitanti
Costi e benefici
Tempo di implementazione

La costruzione di misure di protezione strutturale può richiedere fino a diversi anni per l'attuazione. Ad esempio, a seguito dell'evento di flusso dei detriti al Taxenbach nel 2013, l'ÖBB ha costruito una barriera strutturale di flusso di detriti che è stata completata nel 2016. Il sistema di monitoraggio meteorologico e di allarme rapido infra:wetter è stato attuato nel 2005 congiuntamente da ÖBB Infra AG e UBIMET GmbH.

Durata

Le misure di protezione strutturale come le dighe o le barriere di flusso dei detriti di solito hanno una vita di diversi decenni. Il sistema di monitoraggio delle condizioni meteorologiche e di allarme rapido infra:wetter è un compito permanente.

Informazioni di riferimento

Contatto

Annegret Thieken
University of Potsdam
Institute of Earth and Environmental Science
Phone:+49 331 977 2984
E-mail: annegret.thieken@uni-potsdam.de

Riferimento

FP7-funded ENHANCE “Enhancing risk management partnerships for catastrophic natural hazards in Europe” project

Pubblicato in Climate-ADAPT Nov 22 2022   -   Aggiornamento più recente in Climate-ADAPT Mar 05 2024


Si prega di contattarci per qualsiasi altra richiesta su questo caso di studio o per condividere un nuovo caso di studio (e -mail climate.adapt@eea.europa.eu )

Azioni sul documento