Home Banca dati Casi di studio Partenariato pubblico-privato per un nuovo distretto resistente alle inondazioni a Bilbao

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).
Casi studio

Partenariato pubblico-privato per un nuovo distretto resistente alle inondazioni a Bilbao

Partenariato pubblico-privato per un nuovo distretto resistente alle inondazioni a Bilbao

Il distretto "Zorrotzaurre" di Bilbao è attualmente una penisola industriale degradata e soggetta a inondazioni. Con l'aumento delle precipitazioni estreme previste in futuro in tutto il paese basco a causa dei cambiamenti climatici e della necessità di nuove abitazioni per accogliere i cittadini di Bilbao, è attualmente in corso un importante progetto di rigenerazione urbana per riqualificare il distretto di Zorrotzaurre in un nuovo quartiere residenziale a prova di inondazione. La protezione contro le inondazioni comprende cinque misure fondamentali: (1) aprire il canale Deusto (trasformare la penisola in un'isola), (2) fornire un muro di protezione contro le inondazioni, (3) elevare il livello del suolo di 1,5 metri per i nuovi edifici, (4) installare serbatoi per l'acqua piovana e (5) fornire spazi verdi e pubblici.

Per realizzare questo progetto di rigenerazione urbana, è stato istituito un partenariato pubblico-privato per il finanziamento e la gestione del piano. I costi per i lavori di riqualificazione saranno coperti dal partenariato pubblico-privato, vale a dire i proprietari dei terreni, in base alla loro quota di proprietà.

Descrizione del caso studio

Sfide

Bilbao si trova nella valle del Nerbioi attraverso la quale scorre il fiume Nerbioi, influenzato dalle maree oceaniche. Oggi, le inondazioni fluviali sono già la minaccia più comune nella valle causata principalmente da un aumento del deflusso dovuto ai cambiamenti di copertura del suolo legati alla gestione inadeguata delle foreste, all'allevamento intensivo di bestiame e alle pratiche ricreative, nonché all'espansione urbana di Bilbao. I costi sostenuti dall'area metropolitana di Bilbao associata a eventi alluvionali fluviali sono stati stimati a 5,5 milioni di EUR per un evento piovoso una volta ogni 10 anni (T=10), 241 milioni di EUR per una volta ogni 100 anni (T=100) e 444 milioni di EUR per un evento piovoso una volta ogni 500 anni (T=500) (intervallo di stime più basso).

Sulla base di modelli climatici regionali che prevedono un aumento del 10 % degli eventi di precipitazioni estreme nei Paesi Baschi, la minaccia di inondazioni aumenterà probabilmente in futuro. Si stima inoltre che il flusso di picco del fiume Nerbioi nel 2050 sarà aumentato del 22 %, il che a sua volta potrebbe significare che l'area a rischio di inondazioni potrebbe espandersi del 3 %. Anche se questa cifra sembra minore, può avere effetti disastrosi sulle case, sulle aree industriali e sui terreni agricoli della zona interessata. Inoltre, un innalzamento del livello del mare accompagnato da maree più elevate aggraverà il potenziale di alluvione lungo l'estuario. Di conseguenza, tenendo conto dei cambiamenti climatici, i costi di danni previsti sostenuti dall'accresciuto rischio di alluvione dell'area metropolitana di Bilbao potrebbero aumentare del 56,4 % rispetto alle attuali stime sopra elencate.

Più in generale, Bilbao è una città con un'economia fiorente e un settore dei servizi in espansione. Di conseguenza, la città deve affrontare una forte domanda di nuove unità abitative e relative infrastrutture. Poiché Bilbao si trova in una valle, ha poco spazio per espandersi e le soluzioni devono essere trovate all'interno dell'attuale ambiente costruito. Zorrotzaurre, una penisola industriale abbandonata situata nel fiume Nerbioi, offre quindi un'interessante opportunità e il suo piano di sviluppo comprende la costruzione di 5.473 nuove abitazioni e 202.129 mq di costruzione per attività economica (25 % della superficie totale).

Obiettivi

L'obiettivo del progetto di riqualificazione è quello di trasformare Zorrotzaurre da un sito industriale a un'area residenziale. Ciò richiede innanzitutto un'adeguata protezione dalle inondazioni. Gli obiettivi in materia di alluvioni sono stati definiti come: le case esistenti a Zorrotzaurre dovrebbero essere ben protette per gli eventi piovosi T=100: i nuovi edifici/alloggi dovrebbero resistere a eventi T=500.

Soluzioni

Al fine di creare uno sviluppo urbano equilibrato, il 50 % delle nuove unità abitative sarà assegnato come alloggio sociale e venduto in una fase successiva. Il nuovo quartiere sarà ben collegato al resto della città, dotato di alloggi a prezzi accessibili, aree per un'industria rispettosa dell'ambiente e due terzi di Zorrotzaurre saranno riservati per usi pubblici, tra cui aree verdi aperte per la comunità locale e visitatori e strutture pubbliche per l'istruzione, la salute, lo sport e gli usi culturali. La formazione di questo "mix" di attività residenziali, pubbliche ed economiche mira a ridurre le esigenze di mobilità degli abitanti del quartiere e a stimolare lo spazio per l'innovazione artistica e creativa. Quindi, Zorrotzaurre mira a crescere in un'isola creativa. Per proteggere Zorrotzaurre dalle inondazioni, sono state prese diverse misure:

  • Aprire il canale Deusto. L'apertura del canale riduce il potenziale di alluvione creando una maggiore capacità idrica e quindi diminuendo l'altezza della superficie dell'acqua. Gli studi dimostrano che l'apertura del canale riduce notevolmente il rischio di inondazioni a Zorrotzaurre e in altre aree urbane (ad esempio Botika Vieja, Euskalduna, Abandoibarra e Campo Volantín), compreso il centro storico di Bilbao più a monte. Con questa misura di adattamento in atto, si possono ottenere diminuzioni dei livelli di alluvione tra 1 e 0,5 metri. Allo stesso modo, il Centro di ricerca per i cambiamenti climatici, BC3, ha condotto uno studio concludendo che l'apertura del canale genererebbe una notevole riduzione dei danni economici attesi dagli eventi di alluvione a Bilbao (vedi ‘costi e benefici'). Va anche notato che l'apertura del canale trasformerà la penisola in un'isola.
  • Elevazione del livello del suolo. Durante la prima fase del progetto la superficie a est e ovest della penisola/isola di Zorrotzaurre sarà elevata di 1,5 metri in modo che i nuovi edifici possano essere costruiti su un livello superiore. Questo dovrebbe proteggere i nuovi edifici da eventi piovosi T=500.
  • Costruzione di un muro di protezione contro le inondazioni. Per proteggere i 47 edifici esistenti (tra cui 352 appartamenti) sulla penisola, per lo più locat-ed vicino al fiume, verrà costruita una barriera di protezione dalle inondazioni alta 1 metro. Questa barriera dovrebbe garantire che gli edifici esistenti siano protetti dalle inondazioni da eventi piovosi T=100.
  • Verde, spazi aperti. La riva fluviale lunga 7,5 km sarà per lo più (95 %) larga 20 metri di spazio pubblico per pedoni e motociclisti, in parte al livello attuale e in parte al livello elevato. Alcune di queste aree possono essere utilizzate come area di straripamento per il fiume. Gli spazi verdi aperti sono concentrati su entrambi i bordi dell'isola e sul lato canale, con importanti passerelle su entrambe le sponde del canale, nonché un parco lineare di 40.000 metri quadrati nella zona centrale dell'isola. I giardini di Botica Vieja sul lato opposto del canale saranno ampliati e ampliati di dimensioni e collegati dai nuovi ponti agli spazi aperti sull'isola di Zorrotzaurre. La rete è completata da "dita verdi" di oltre 5.000 metri quadrati che si estendono attraverso l'isola dal canale al sentiero situato sulla riva del fiume.
  • Fornitura di serbatoi di acqua piovana. Oltre alle misure di cui sopra, saranno forniti 3 serbatoi di acqua piovana per immagazzinare l'acqua in eccesso, uno a San Ignacio (620 metri cubi) e due a Ribera de Duesto (2,100 metri cubi ciascuno) (due quartieri sull'altro lato del canale).
Rilevanza

Case developed and implemented and partially funded as a Climate Change Adaptation measure.

Dettagli aggiuntivi

Partecipazione degli attori interessatI

I principali stakeholder del progetto di riqualificazione, i proprietari terrieri di Zorrotzaurre, hanno creato il partenariato pubblico-privato, la "Comisión Gestora de Zorrotzaurre" (la Commissione di gestione di Zorrotzaurre) come elemento necessario per far progredire il progetto. Il settore privato ha avviato il partenariato e, a causa dell'importanza del progetto e della quantità di terreni di proprietà delle autorità pubbliche (Porto, Città e Provincia), il settore pubblico ha aderito alla "Comisión Gestora". La "Comisión Gestora" è un'unione di proprietari senza status giuridico speciale. La "Junta de Concertación", l'organizzazione che è stata creata per sviluppare la prima fase del progetto, è un'organizzazione definita nella legge basca per l'urbanismo. Entrambi non hanno scopo di lucro, poiché l'obiettivo finale è quello di bilanciare i costi con gli investimenti effettuati dai proprietari.

Gli attuali membri della "Comisión Gestora de Zorrotzaurre" possiedono il 65 % del territorio di Zorrotzaurre; questi sono: Il governo basco regionale (attraverso il Dipartimento per l'occupazione e gli affari sociali e la società pubblica Visesa), il consiglio comunale di Bilbao, l'autorità portuale di Bilbao e gli enti privati "Sociedad Promotora Inmobiliaria Margen Derecha S.A." e "Vicinay Cadenas S.A.". La "Comisión Gestora de Zorrotzaurre" supervisiona il piano di riqualificazione di Zorrotzaurre (il "Master Plan Zorrotzaurre") e i soci pagano tutte le spese del progetto e contribuiscono finanziariamente alla quota di terreni di loro proprietà (51 % pubblico, 49 % privato).

I residenti di Zorrotzaurre sono esclusi dall'adesione in quanto non dovrebbero pagare alcun costo del progetto. Tuttavia, insieme all'associazione di quartiere, sono stati coinvolti nella progettazione e nello sviluppo dei piani per i quali si sono svolte varie interazioni con i project manager. Tra i risultati di queste discussioni c'è stato un programma istituito dalla "Società per il Restauro Comunale", o Surbisa, con un budget limitato (donato per il 50 % dai promotori del progetto generale e il 50 % dal Comune) per sostenere e aiutare i proprietari e gli inquilini esistenti a ripristinare i loro edifici con particolare attenzione per migliorare l'accessibilità e il risparmio energetico. Surbisa è una società municipale, posseduta al 100 % dalla città. Il Consiglio è composto da tutti i partiti che hanno un membro eletto nella città.

Inoltre, il piano di riqualificazione ha avuto due periodi di esposizione pubblica, in cui sono pervenuti rispettivamente 38 e 10 crediti da parte dei cittadini di Bilbao. Come risultato delle affermazioni, sono state introdotte alcune modifiche nell'approccio progettuale iniziale, alcune di natura minore e altre più fondamentali, come la decisione di mantenere l'ex edificio industriale noto come la "Papelera", che si trova sulla riva del fiume Deusto. I cittadini hanno voluto mantenere questo edificio storico e ora sarà trasformato in un centro culturale.

Successo e fattori limitanti

La riqualificazione di Zorrotzaurre è un progetto lento e complesso che ha risentito anche della crisi economica che si è sviluppata dopo la pubblicazione del piano riveduto nel 2007. Pertanto, invece di realizzare l'intero progetto in una sola volta, si è deciso di suddividere il piano per la penisola/isola in due aree e questi due piani spaziali sono stati ulteriormente suddivisi in sviluppo graduale. Diversi fattori costituiscono la complessità del progetto e ne ritardano l'esecuzione:

  • Il gran numero di parti interessate coinvolte, tra cui il comune, i proprietari terrieri e i residenti.
  • Inquinamento del suolo: a causa di precedenti attività industriali, il suolo in alcune aree è inquinato e dovrà essere decontaminato prima che i lavori di costruzione possano iniziare (questo viene pagato dalle aziende che lo hanno causato, o dagli attuali proprietari terrieri se i primi non esistono più).
  • Industrie in movimento: il piano prevede anche la demolizione di diversi edifici e il trasferimento di 30 aziende in altre località al di fuori di Zorrotzaurre. Per questo, sono stati creati un piano speciale e un sottoprogetto, il cosiddetto "progetto di riallocazione", che consisteva anche nella raccolta di fondi all'interno della "Comisión Gestora de Zorrotzaurre" per compensare le parti coinvolte. Il risarcimento e l'ampio tempo di preparazione alla ricollocazione hanno fatto sì che alla fine siano stati riscontrati pochissimi problemi con le parti interessate.

D'altra parte, uno dei più grandi asset del progetto è il veicolo di investimento che si è concluso: il gran numero di proprietari terrieri di tutte le dimensioni si è riunito nel partenariato pubblico-privato (la "Comisión Gestora de Zorrotzaurre"). Il partenariato comprende un comitato di coordinamento e un consiglio di amministrazione, che sovrintende all'esecuzione dei lavori e facilita il coordinamento e il funzionamento del progetto.

Costi e benefici

I costi di apertura del canale Deusto sono stimati a 20,9 milioni di euro. Il consiglio comunale riprende questa spesa quando hanno raggiunto un accordo con il governo basco che il paese basco a sua volta finanzierà i costi di uno dei nuovi ponti. Il comune pagherà anche la barriera di protezione dalle inondazioni (5,1 milioni di EUR, compresa la riabilitazione strutturale della riva del fiume) e le cisterne d'acqua piovana (costi stimati a 4,74 milioni di EUR), come concordato tra il comune e la "Comisión Gestora de Zorrotzaurre". I costi per l'elevazione del suolo e gli spazi pubblici e verdi (così come gli altri costi di riqualificazione) sono a carico della "Comisión Gestora de Zorrotzaurre", il partenariato pubblico-privato che è stato eretto per la riqualificazione di Zorrotzaurre.

Tutte le soluzioni di protezione contro le inondazioni sono state stimate in: (i) eliminare i costi di danno associati a eventi piovosi T=10; e ii) ridurre i costi di danno per gli eventi T=100 e T=500 rispettivamente di circa il 67 % e del 30 %.

Il "Master Plan for Urban Planning di Bilbao", approvato nel 1995 (e in fase di aggiornamento nel 2016), comprende il cambiamento di uso del suolo di Zorrotzaurre da industriale a residenziale, con il 50 % di alloggi sociali e ampie strutture pubbliche (culturali, educative, ricreative). Il corrispondente "Master Plan for Zorrotzaurre" per il progetto è stato elaborato nel 2004, rivisto nel 2007, e progettato dal prestigioso architetto Zaha Hadid. Il 29 novembre 2012 il Consiglio comunale di Bilbao ha dato l'approvazione definitiva al "Master Plan for Zorrotzaurre". La città di Bilbao è responsabile dell'attuazione e del mantenimento delle misure.

La "Comisión Gestora de Zorrotzaurre" è un'organizzazione privata che coinvolge proprietari pubblici e privati della terra di Zorrotzaurre. Il compito della "Comisión Gestora de Zorrotzaurre" è quello di prendere le decisioni necessarie per portare avanti il lavoro e raggiungere gli obiettivi del piano, nonché per risolvere i problemi che possono sorgere durante l'attuazione. Le decisioni esecutive sono prese dai membri del consiglio di amministrazione dell'organizzazione, che sono rappresentanti, al più alto livello, dei proprietari di proprietà. Il comitato di coordinamento, invece, è responsabile delle operazioni quotidiane e riferisce regolarmente al consiglio di amministrazione.

Gli obiettivi di adattamento del "Master Plan Zorrotzaurre" sono sostenuti dalle strategie di adattamento nazionali e regionali. Il ministero dell'Ambiente del governo spagnolo ha pubblicato una "Strategia spagnola per i cambiamenti climatici e l'energia pulita" 2007 che ne illustra i piani fino al 2020. I Paesi Baschi hanno seguito e nel 2 015 ha adottato la "Strategia basca sui cambiamenti climatici 2050". Mentre le implicazioni di quest'ultima per i comuni baschi devono ancora essere viste, entrambe le strategie forniscono un incentivo a fare di più a livello locale per prevenire gli impatti dei cambiamenti climatici.

Tempo di implementazione

Il ponte sul canale è stato costruito (2016) e i lavori per l'apertura del canale dovrebbero essere completati entro la fine del 2017. La riqualificazione urbana dell'isola inizierà nel 2017 e non dovrebbe essere completata entro 30 anni.

Durata

Le misure di protezione contro le inondazioni dovrebbero durare la vita degli edifici.

Informazioni di riferimento

Contatto

Juan Carlos Sinde
Comisión Gestora de Zorrotzaurre
Phone: +34 944230642
Email :jc.sinde@zorrotzaurre.com

Generic e-mail: info@zorrotzaurre.com

Riferimento

Master Plan Zorrotzaurre

Pubblicato in Climate-ADAPT Nov 22 2022   -   Aggiornamento più recente in Climate-ADAPT Jan 19 2024


Si prega di contattarci per qualsiasi altra richiesta su questo caso di studio o per condividere un nuovo caso di studio (e -mail climate.adapt@eea.europa.eu )

Azioni sul documento