Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).

Profili di paese

Belgio

 

 

 

Le fonti utilizzate per compilare le informazioni sanitarie e di adattamento per i profili dei paesi variano da paese a paese. Per gli Stati membri dell'UE, le informazioni si basano sulla loro relazione ufficiale sull'adattamento: Rendicontazione di adattamento 2021 a norma del regolamento sulla governance dell'Unione dell'energia e dell'azione per il clima (cfr.relazioni sull'adattamento dell'UE, profili per paese dell'ADAPT per il clima) erelazioni sull'adattamento 2019 nell'ambito del regolamento sul meccanismo di monitoraggio dei gas a effetto serra dell'UE. Questi due meccanismi di comunicazione sono indicati congiuntamente come "relazione ufficiale dell'UE sull'adattamento". Nota: Le informazioni pertinenti sono state copiate dalla relazione ufficiale dell'UE sull'adattamento (presentata fino al 21 luglio 2021), senza elaborare ulteriormente il contenuto del testo. Alcune informazioni, valide al momento della segnalazione, potrebbero non essere più valide oggi. Le eventuali aggiunte necessarie al testo sono chiaramente evidenziate.

Inoltre, le informazioni raccolte nell'analisi dell'AEA sui cambiamenti climatici e sulla salute: sono presentati il riesame delle politiche nazionali in Europa (2021), il quadro di valutazione della preparazione all'adattamento alle schede nazionali (2018) e lo studio dell'OMS sulle politiche di salute pubblica e di adattamento ai cambiamenti climatici nell'Unione europea (2018). Nota: Alcune informazioni, valide al momento della pubblicazione, potrebbero non essere più valide oggi. Le eventuali aggiunte necessarie al testo sono chiaramente evidenziate.

Le fonti di informazione per i paesi non membri dell'UE del SEE sono più limitate.

Informazioni tratte dalla relazione dell'AEA. Cambiamenti climatici e salute: la panoramica delle politiche nazionali in Europa (2022)

Le politiche nazionali sull'adattamento ai cambiamenti climatici e le strategie sanitarie nazionali sono state analizzate per identificare la copertura degli impatti climatici sulla salute (fisici, mentali e sociali) e i tipi di interventi che li affrontano. La relazione fornisce una panoramica europea, mentre la copertura geografica di vari aspetti delle politiche nazionali in tutta Europa può essere visualizzata utilizzando il visualizzatore di mappe. I risultati per il Belgio sono riassunti qui.

Documenti politici esaminati:

Piano nazionale di adattamento belga (2017-2020)

Cambiamenti climatici e salute — Instaurazione del monitoraggio dei potenziali effetti dei cambiamenti climatici sulla salute umana e sulla salute degli animali in Belgio (2009) 

Aspetti trattati nel documento programmatico riveduto:

Informazioni tratte dalle relazioni ufficiali dell'UE sull'adattamento. Relazioni GovReg (2021), rendicontazione MMR (2019)

La salute è affrontata come settore prioritario nel piano nazionale di adattamento belga (NAP, 2017-2020 [editori]). Molte azioni previste nel PAN sono trasversali. Oltre a queste azioni, ci sono tre azioni specifiche per la salute:

  • Misura 8 del PAN: "Considerazione degli impatti dei cambiamenti climatici e delle esigenze di adattamento nell'ambito del futuro piano d'azione nazionale per la salute ambientale (NEHAP)"

Un'organizzazione è stata assegnata al compito di condurre lo studio dell' impatto dei cambiamenti climatici sul sistema sanitario in Belgio. Ciò costituirà la base e fornirà una prima visione delle possibili misure di adattamento che possono essere adottate per rafforzare la resilienza del sistema sanitario ed evitare effetti a cascata. Lo studio si è svolto all'inizio del 2021 (gennaio — giugno).

  • Misura 9 del PAN: Rendere gli specialisti nel campo dell'assistenza sanitaria consapevoli degli effetti dei cambiamenti climatici (Salute)"

Il premio è stato assegnato nel 2018. I moduli sono stati consegnati e la tesi e il lancio delle fasi di prova sono stati completati.

  • Misura 11 del PAN: "Coordinamento delle misure preventive di pianificazione e gestione in caso di emergenze di cambiamento climatico"

Il Crisis Center sta creando una nuova struttura per professionalizzare l'analisi dei rischi tenendo conto dei cambiamenti climatici sulle diverse categorie di rischio (rischio artificiale, naturale, tecnologico e sanitario). Successivamente, verrà sviluppata una metodologia per concentrarsi sulla risposta ai rischi prioritari, sia in termini di raccomandazioni per misure preventive che in termini di preparazione alle emergenze. La sanità è tra i settori affrontati nei piani di adattamento per i livelli nazionali e regionali (Bruxelles, Fiandre e Vallonia).

Un rapporto Indicator e un sito web regolarmente aggiornato includono la comunicazione sulla salute.

La cooperazione transfrontaliera con i Paesi Bassi e il Lussemburgo è in corso ad hoc attraverso la segreteria del Benelux, tra cui un seminario tematico e esercizi a tavolino sull'adattamento e la salute.

Informazioni dal quadro di valutazione della preparazione all'adattamento. Schededi paese (2018)

Il principale strumento di attuazione in Vallonia è il "piano clima-energia dell'aria 2016-2022", adottato il 21 aprile 2016, comprese azioni di adattamento dettagliate per i settori, compreso il settore sanitario, per far fronte agli impatti e alle vulnerabilità dei cambiamenti climatici.

Le prove dell'integrazione nei settori sono riportate nella settima relazione di comunicazione nazionale in molti settori, compresa la sanità.

Informazioni dalla pubblicazione dell'OMS. Politiche di adattamento alla salute pubblica e ai cambiamenti climatici nell'Unione europea (2018)

I cambiamenti climatici e la salute sono discussi come punto dell'ordine del giorno nell'attuale piano d'azione nazionale per l'ambiente e la salute, organizzato dal National Cell Environment-Health — un'istituzione che coordina e informa tutti i livelli di politica ambientale e/o sanitaria nel paese. Si tratta di un gruppo di lavoro della Conferenza interministeriale congiunta dell'ambiente e della salute, in cui sono rappresentate le diverse amministrazioni belghe della salute e dell'ambiente e che è il punto focale del processo europeo dell'ambiente e della salute in Belgio.

Il Belgio non ha effettuato una valutazione nazionale, ma ha condotto studi a livello regionale (Bruxelles, Fiandre e Vallonia) e a livello federale. Questi studi preliminari hanno riguardato diversi settori, tra cui la sanità, e sono stati il primo passo verso lo sviluppo di piani di adattamento regionali e federali.

Le sfide relative ai cambiamenti climatici sono prese in considerazione nell'ultima versione delle procedure e delle politiche in materia di sanità pubblica in Belgio. Ciò vale anche per l'ultima versione del piano d'azione nazionale per l'ozono e il calore.

I piani e le politiche sanitarie tengono sempre conto delle popolazioni vulnerabili; questi gruppi sono di solito identificati dal Consiglio superiore della sanità belga. Fenomeni climatici estremi, come le giornate tropicali, rappresentano un rischio di surriscaldamento, colpo di calore, disidratazione e complicazioni per la salute, soprattutto per gli anziani e i bambini piccoli. In queste situazioni, le persone sono informate sui rischi via radio e televisione.

È stato istituito un nuovo gruppo di lavoro sulle zanzare esotiche e altri vettori, insieme ad azioni per rafforzare la sorveglianza dei vettori. Nel 2016, il gruppo di lavoro ha sviluppato un piano di monitoraggio attivo delle zanzare esotiche.

Chi studi di casi dalla pubblicazione. Politiche di adattamento alla salute pubblica e ai cambiamenti climatici nell'Unione europea (2018)

Gruppo di lavoro dell'ozono e del calore

L'Ozone and Heat Working Group è un gruppo di lavoro permanente che coordina l'azione in tutte le amministrazioni governative (federali, regionali e comunitarie) coinvolte nel piano d'azione nazionale per l'ozono e il calore. Fondata nel 2003, è anche un sottogruppo di lavoro del National Cell Environment-Health. Le parti coinvolte comprendono sia gli attori ambientali (considerando gli impatti negativi sulla salute degli inquinanti atmosferici come l'ozono e gli ossidi di azoto) sia gli attori sanitari (che lavorano per prevenire gli effetti negativi delle alte temperature e degli inquinanti atmosferici collegati). I membri hanno unito forze e budget nella creazione di progetti per modellare gli effetti sulla salute delle alte temperature e degli inquinanti atmosferici. Il lavoro del Gruppo ha portato a un approccio più coordinato sulle alte temperature e sulle alte concentrazioni di ozono in Belgio: tutte le regioni e le comunità utilizzano lo stesso approccio e le stesse soglie per annunciare l'inizio della fase di allerta.

Monitoraggio delle zanzare esotiche

In seguito alla scoperta di zanzare esotiche in vari siti del paese, i ministri belgi dell'ambiente e della salute pubblica hanno istituito un gruppo di lavoro nazionale sulle zanzare esotiche e altri vettori, con l'obiettivo di controllare i vettori e le malattie che potevano trasmettere, tenendo conto delle competenze e delle responsabilità dei ministeri e della fusione di materiali e risorse umane. Inoltre, i rappresentanti del gruppo mirano a identificare tutti gli attori governativi coinvolti in questo settore nel paese e a chiarire i processi e le procedure. Il primo grande intervento e progetto triennale avviato dal gruppo di lavoro nel 2016 è stato il progetto Monitoraggio delle zanzare esotiche in Belgio. Si prevede la creazione di un meccanismo nazionale entro la fine del progetto.

Risorse nel catalogo dell'Osservatorio sul Belgio