Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).

Profili di paese

Germania

 

 

 

Le fonti utilizzate per compilare le informazioni sanitarie e di adattamento per i profili dei paesi variano da paese a paese. Per gli Stati membri dell'UE, le informazioni si basano sulla loro relazione ufficiale sull'adattamento: Rendicontazione di adattamento 2021 a norma del regolamento sulla governance dell'Unione dell'energia e dell'azione per il clima (cfr.relazioni sull'adattamento dell'UE, profili per paese dell'ADAPT per il clima) erelazioni sull'adattamento 2019 nell'ambito del regolamento sul meccanismo di monitoraggio dei gas a effetto serra dell'UE. Questi due meccanismi di comunicazione sono indicati congiuntamente come "relazione ufficiale dell'UE sull'adattamento". Nota: Le informazioni pertinenti sono state copiate dalla relazione ufficiale dell'UE sull'adattamento (presentata fino al 21 luglio 2021), senza elaborare ulteriormente il contenuto del testo. Alcune informazioni, valide al momento della segnalazione, potrebbero non essere più valide oggi. Le eventuali aggiunte necessarie al testo sono chiaramente evidenziate.

Inoltre, le informazioni raccolte nell'analisi dell'AEA sui cambiamenti climatici e sulla salute: sono presentati il riesame delle politiche nazionali in Europa (2021), il quadro di valutazione della preparazione all'adattamento alle schede nazionali (2018) e lo studio dell'OMS sulle politiche di salute pubblica e di adattamento ai cambiamenti climatici nell'Unione europea (2018). Nota: Alcune informazioni, valide al momento della pubblicazione, potrebbero non essere più valide oggi. Le eventuali aggiunte necessarie al testo sono chiaramente evidenziate.

Le fonti di informazione per i paesi non membri dell'UE del SEE sono più limitate.

Informazioni tratte dalla relazione dell'AEA. Cambiamenti climatici e salute: la panoramica delle politiche nazionali in Europa (2022)

Le politiche nazionali sull'adattamento ai cambiamenti climatici e le strategie sanitarie nazionali sono state analizzate per identificare la copertura degli impatti climatici sulla salute (fisici, mentali e sociali) e i tipi di interventi che li affrontano. La relazione fornisce una panoramica europea, mentre la copertura geografica di vari aspetti delle politiche nazionali in tutta Europa può essere visualizzata utilizzando il visualizzatore di mappe. I risultati per la Germania sono riassunti qui.

Documenti politici esaminati:

Strategia tedesca di adattamento ai cambiamenti climatici (2008)

Relazione di monitoraggio 2019 sulla strategia tedesca per l'adattamento ai cambiamenti climatici 

Seconda relazione sullo stato di avanzamento della strategia tedesca per l'adattamento ai cambiamenti climatici (DAS) (2020)

Valutazionedell'impatto climatico e del rischio 2021 per la Germania. Sottorelazione 5: Rischi e adattamento nei cluster tematici Economia e salute

Strategia sanitaria globale del governo federale tedesco 2020

Aspetti trattati nel documento programmatico riveduto:

Informazioni tratte dalle relazioni ufficiali dell'UE sull'adattamento. Relazioni GovReg (2021), rendicontazione MMR (2019)

La strategia di adattamento nazionale tedesca (NAS, 2008 [editori]) e il piano di adattamento (NAP, adottato per la prima volta nel 2011 [editori]) sono suddivisi in 15 campi d'azione, tra cui la salute umana.

Un capitolo della valutazione generale della vulnerabilità nazionale (2015 [editori]) è dedicato alla salute umana. Il rapporto suggerisce una vulnerabilità media della salute umana in relazione ai cambiamenti climatici per il prossimo futuro. Nel settore dell'assistenza sanitaria, la relazione conclude che la capacità di adattamento è attualmente medio-alta: i limiti di capacità (carico sui servizi di emergenza, ospedali e medici) non sono stati raggiunti e c'è un buon servizio di base. Con l'adozione della relazione iniziale sullo stato di avanzamento della strategia tedesca per l'adattamento ai cambiamenti climatici nel 2015, il governo federale ha deciso di effettuare valutazioni di vulnerabilità ogni sei anni. La seconda relazione sui progressi compiuti è stata pubblicata nel 2020. Particolare attenzione è data all'esposizione al calore come uno dei maggiori impatti sulla salute umana attualmente. Le azioni adottate comprendono informazioni per il pubblico e gli operatori sanitari in generale e lo sviluppo di sensibilizzazione a gruppi particolarmente vulnerabili della popolazione (ad esempio, gli anziani, le persone con condizioni preesistenti, i bambini). Sono state riesaminate le disposizioni vigenti e le norme statali applicabili in materia di sicurezza e salute sul lavoro per quanto riguarda il calore e le radiazioni UV, ad esempio le norme tecniche per i luoghi di lavoro (ASR). Inoltre, l'ordinanza sull'assistenza sanitaria professionale preventiva sarà valutata in relazione alle sue soglie per i controlli preventivi per le professioni che coinvolgono attività all'aperto soggette ad esposizione intensiva alle radiazioni UV naturali.

Anche la cooperazione strategica tra il governo federale e gli Stati federali si è intensificata negli ultimi anni. Nella primavera 2017, ad esempio, il gruppo di lavoro ad hoc Federal/Federal States sull'adattamento agli impatti dei cambiamenti climatici nel settore sanitario (GAK), guidato dal ministero federale dell'ambiente e dal ministero federale della salute, ha pubblicato "Raccomandazioni per l'azione: Piani d'azione sul calore per proteggere la salute umana". Tali raccomandazioni sono rivolte agli enti locali e regionali e sono destinate a fungere da base per l'elaborazione di piani d'azione regionali per il calore. L'obiettivo di un piano d'azione sul calore è quello di evitare le malattie e le morti legate al calore e ai raggi UV prevenendo l'esposizione. Il gruppo di lavoro ad hoc è ora istituito su base permanente per facilitare il dialogo tra agenzie sulla salute umana nell'ambito dei cambiamenti climatici.

La rete di adattamento climatico dell'autorità federale ha definito "catene d'impatto" per ogni campo d'azione della strategia di adattamento tedesco per visualizzare le relazioni causa-effetto tra i segnali climatici e i potenziali impatti climatici. Ha scoperto che la salute umana è fortemente influenzata dal clima e l'impatto dei cambiamenti climatici sulla popolazione può essere positivo e negativo. I cambiamenti demografici possono anche influenzare la sensibilità degli esseri umani all'ambiente. I cambiamenti di temperatura, umidità, frequenza di eventi meteorologici estremi e condizioni meteorologiche inversioni hanno una forte influenza sull'uomo. Nel complesso, 4 su 14 impatti climatici identificati sulla salute umana sono stati studiati in dettaglio tra cui "stress termico", "difficoltà di respirazione dovuta all'ozono a livello del suolo", "Portatori di agenti patogeni" e "Caricamento sui servizi di emergenza, ospedali e medici". Oltre agli indicatori proxy, sono state condotte anche indagini di esperti per l'operatività di questi impatti climatici.

Il servizio meteorologico nazionale tedesco ha rafforzato il suo sistema di allerta migliorando la risoluzione spaziale degli avvisi meteorologici gravi a livello comunale e migliorando la sua diffusione, in particolare utilizzando le applicazioni online. Sono stati inoltre apportati notevoli miglioramenti allo sviluppo del sistema modulare di allerta gestito dal Ministero dell'Interno a fini di protezione civile. Il sistema integra sistemi di allerta in funzione a diversi livelli amministrativi (da federale a municipale) e una serie di diversi dispositivi di allarme. I due sistemi (Servizio Meteorologico Nazionale e Ministero dell'Interno) sono collegati, consentendo la consegna di messaggi di avvertimento di breve durata al pubblico e alle stazioni e alle autorità mediatiche connesse.

La maggior parte dei patogeni sensibili al clima sono notificabili in Germania e analisi approfondite di questi dati sono eseguite regolarmente dall'Autorità nazionale di sanità pubblica. I progetti nazionali di monitoraggio delle zanzare sono stati attuati dal Ministero federale della nutrizione e dell'agricoltura e dal Ministero federale per l'ambiente, la conservazione della natura e la sicurezza nucleare, che hanno anche studiato l'impatto dei cambiamenti climatici sulla via di ingresso e la creazione di zanzare invasive in Germania e la competenza vettoriale per gli agenti patogeni umani nelle specie di zanzare native. Sono stati inoltre attuati progetti di monitoraggio delle zecche. La Germania ha istituito una commissione nazionale per le zanzare come vettori per gli agenti patogeni, che ha sviluppato, ad esempio, un piano d'azione nazionale per trattare con Aedes albopictus.

Le informazioni disponibili sulle malattie trasmesse da vettori e roditori non sono sufficienti a correlare gli effetti climatici e le infezioni. Tuttavia, diversi progetti di ricerca finanziati sono in corso, esaminando i cambiamenti climatici e le zecche/malattie trasmesse dalle zecche, i cambiamenti climatici e le zanzare esotiche e i cambiamenti climatici e le malattie trasmesse dai roditori (compresa l'indagine sulla correlazione/causalità dell'abbondanza di arvicola bancaria e infezioni da hantavirus).

Dal 1997 esiste una rete di laboratori di riferimento e si è gradualmente ampliata per coprire tutti gli agenti patogeni sensibili ai cambiamenti climatici. L'Agenzia nazionale per l'alimentazione guida un progetto nazionale sull'adattamento ai cambiamenti climatici della produzione di acqua potabile, in collaborazione con l'Agenzia per la sanità pubblica, tra gli altri.

Chi studi di casi dalla pubblicazione. Politiche di adattamento alla salute pubblica e ai cambiamenti climatici nell'Unione europea (2018)

Un masterplan per l'attuazione di piani d'azione per la salute termica

Il gruppo di lavoro federale sull'adattamento agli impatti dei cambiamenti climatici nel settore sanitario ha elaborato raccomandazioni per piani d'azione per la salute del calore per proteggere la salute umana, che fungono da masterplan per garantire una migliore protezione della salute pubblica in Germania durante lunghi periodi di temperature estive estremamente elevate. Come contributo al NAS per il settore sanitario, le raccomandazioni mirano ad attuare misure di adattamento e prevenire le conseguenze sanitarie associate al calore estremo a livello regionale e locale. Dal 2 018 l'Agenzia tedesca dell'ambiente e il ministero federale per l'ambiente, la conservazione della natura e la sicurezza nucleare si terranno in contatto con i governi statali federali e con il livello locale per ottenere informazioni regolari sull'attuazione di eventuali piani d'azione per la salute del calore in generale e sulle azioni di adattamento in corso relative alla salute del calore, in particolare.

Sorveglianza di Aedes albopictus nell'ambito dell'attuazione dell'IHR (2005)

Per individuare possibili vie di ingresso per le nuove specie vettoriali, tra il 2012 e il 2016 le zanzare sono state regolarmente intrappolate in luoghi a rischio precedentemente identificati in Germania. Importanti punti di ingresso sono le autostrade con traffico turistico dall'Italia e dal sud della Francia, nonché i terminal per i treni merci dall'Italia. A questo proposito, la sorveglianza di Aedes albopictus contribuisce all'attuazione dell'IHR (2005) in Germania, in quanto la zanzara può affermarsi in Germania a causa dei cambiamenti climatici. È necessario un monitoraggio regolare dei luoghi a rischio per individuare l'introduzione e l'istituzione di Aedes albopictus in una fase precoce, in quanto devono essere attuate misure di controllo tempestive per evitare un'ulteriore diffusione.

Sistema di previsione regionale per l'insorgenza di roditori

Gli hantavirus umani-patogeni in Germania sono trasmessi da piccoli roditori come le arvicole bancarie (Myodes glareolus), che trasportano il virus Puumala (PUUV). Sono stati sviluppati modelli di previsione meteorologica per il verificarsi di arvicole bancarie che trasmettono PUUV e incidenze PUUV umane. Sono state trovate strette correlazioni di abbondanza di arvicola bancaria con parametri meteorologici fino a due anni precedenti. Ciò consente di prevedere possibili focolai di popolazione del serbatoio di roditori PUUV o di epidemie PUUV in Germania da 0,5 a 1,5 anni di anticipo. Per quanto riguarda l'evoluzione delle condizioni climatiche, tale sistema di allerta offre l'opportunità di allertare i servizi sanitari e la popolazione in generale in tempo utile per adottare misure preventive e, quindi, per limitare gli effetti delle epidemie di PUUV sulla salute umana.

Il progetto Climate Adaptation School

Il progetto della Scuola di adattamento al clima è stato sostenuto dal Ministero federale per l'ambiente, la conservazione della natura e la sicurezza nucleare. Il suo obiettivo era quello di sviluppare un programma di istruzione e formazione interdisciplinare per i professionisti medici, progettato per sviluppare e trasmettere una sintesi dei rischi e dei rischi per la salute legati alle condizioni meteorologiche o climatiche e alle possibili risposte ad essi, concentrandosi su aspetti sia preventivi che diagnostici-terapeutici. Una serie di conferenze per medici e infermieri è stata tenuta in varie località in tutta la Germania; nel complesso, l'interesse per l'argomento è stato forte. A seguito di un'ampia consultazione con il comitato consultivo, i moduli di formazione della Scuola di adattamento al clima (in particolare quelli su UV, ozono, calore e polline) sono stati offerti nel contesto di congressi in medicina interna, allergologia, polmonite e dermatologia, con feedback molto positivi. È stato creato un sito web associato ai cambiamenti climatici e alla salute: una piattaforma moderna per la condivisione delle conoscenze, che include moduli eLearning e un database di conoscenze.

Risorse nel catalogo dell'Osservatorio sulla Germania