Home Banca dati Casi di studio Miglioramento della resilienza della catena di approvvigionamento dei combustibili da biomassa nel Regno Unito

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
The European Climate and Health Observatory is undergoing reconstruction until June 2024 to improve its performance. We apologise for any possible disturbance to the content and functionality of the platform.
Casi studio

Miglioramento della resilienza della catena di approvvigionamento dei combustibili da biomassa nel Regno Unito

Miglioramento della resilienza della catena di approvvigionamento dei combustibili da biomassa nel Regno Unito

Nove società produttrici di energia elettrica nel Regno Unito hanno ricevuto sostegno sulla base delle disposizioni del Climate Change Act del 2008. In particolare, il Joint Environmental Programme (un'iniziativa finanziata da nove dei principali produttori di energia nel Regno Unito) sostiene un programma di ricerca incentrato sugli impatti ambientali di questi nove produttori leader, tra cui Drax Power. La controllata operativa di Drax Group plc, Drax Power Limited dispone di 6 caldaie con una capacità massima di 3,945 MW, di cui 3 alimentate da pellet a biomassa. Questo passo verso la biomassa è stato stimolato dalla legge sui cambiamenti climatici del 2008, che mira a ridurre le emissioni di gas a effetto serra dell'80 % (rispetto ai livelli di emissione del 1990) entro il 2050. La combustione di pellet di legno è stata messa in discussione per quanto riguarda le emissioni di carbonio rispetto a quelle del carbone, ma l'approvvigionamento di legno sostenibile può alleviare questo problema. Drax produce tutti i pellet di legno provenienti da foreste sostenibili e funzionanti per ridurre al minimo le emissioni nette di carbonio nell'atmosfera.

Per mantenere un flusso affidabile di biomassa, Drax si affida al trasporto marittimo di pellet di legno dal Nord America, dove gli ordini alla rinfusa possono essere acquistati. Il Regno Unito ha subito diverse tempeste e inondazioni costiere negli ultimi anni, e questi eventi dovrebbero diventare più frequenti e più forti in seguito ai cambiamenti climatici futuri. Pertanto, i progetti dei terminali a Immingham sono stati adattati per evitare eventi alluvionali localizzati. Inoltre, Drax ha implementato una strategia multi-porto al fine di alleviare la minaccia dell'arretrato della catena di approvvigionamento se il porto primario è temporaneamente inutilizzabile a causa di un evento meteorologico o di altre cause. Ciò ha portato all'implementazione di ulteriori terminali di biomassa nei porti di Tyne, Hull e Liverpool.

Descrizione del caso studio

Sfide

I potenziali impatti dei cambiamenti climatici includono tempeste più frequenti e intense, che in combinazione con inondazioni e innalzamento del livello del mare, si combinano per creare ondate tempeste. Secondo la proiezione dello scenario medio UK Climate Projections 2009 (UKCP09), il livello del mare lungo la costa del Regno Unito dovrebbe aumentare di 0,75 milioni nei prossimi 100 anni, insieme a un previsto aumento delle inondazioni costiere e degli eventi tempeste. Gli impatti di tali eventi sulle infrastrutture energetiche sono significativi. Essi comprendono i danni causati alle linee di approvvigionamento, come le infrastrutture portuali, e gli impatti sulle centrali elettriche costiere o fluviali stesse. Ad esempio, il porto di Immingham ha perso energia in aree significative durante gli eventi di tempesta del 2013 a causa delle inondazioni localizzate nelle sottostazioni.

Obiettivi

Gli obiettivi dell'adattamento delle infrastrutture a Drax Power e ai terminali associati sono quelli di garantire la resilienza agli impatti di sovratensioni a lungo termine, assicurando così che Drax Power sia in grado di fornire energia in modo sicuro. Inoltre, la strategia multiporto non solo ha attenuato le minacce dell'arretrato della catena di approvvigionamento negli eventi atmosferici, ma ha anche aumentato notevolmente la capacità di importazione per l'approvvigionamento di biomassa.

Soluzioni

Drax Power ha implementato numerose misure di adattamento per combattere l'impatto delle tempeste e degli eventi alluvionali sulle sue operazioni. Questi includono l'aumento strutturale delle apparecchiature di centrali elettriche al di sopra dei livelli potenziali di sovratensione dell'acqua, nonché la costruzione di pareti marine per la protezione presso il loro terminale di Immingham. Inoltre, i tunnel sotterranei sono stati dotati di barriere di sovratensione, mentre le future costruzioni del tunnel avranno luogo al di sopra del livello del suolo. A Immingham, il cancello di chiusura esterno è stato aggiornato per resistere a 1 evento di alluvione su 1.000 anni, con cancelli precedenti in grado di resistere a 1 eventi di alluvioni di marea su 20 anni (sotto lo scenario di emissione media UKCP09). Tali miglioramenti sono stati apportati attraverso investimenti congiunti da Associated British Ports (proprietario e gestore del porto di Immingham) e Drax Power. Misure analoghe sono state attuate nel porto di Liverpool e nel porto di Hull, dove gli investimenti sono stati sottoscritti dal porto stesso.

Per adattarsi ulteriormente agli impatti legati alle inondazioni, il trasporto di pellet di biomassa da tutti i porti alle centrali elettriche avviene da treni alimentati a gasolio, evitando qualsiasi necessità di cavi che possono essere danneggiati anche durante le tempeste. Infine, Drax ha anche adottato una strategia di adattamento geografica per evitare gli impatti delle tempeste localizzate attraverso una strategia multi-port. La strategia ha visto i terminal portuali a biomassa dispersi in tutto il Regno Unito, con terminali dotati di attrezzature per la movimentazione della biomassa nei porti di Tyne, Liverpool, Hull e Immingham.

Rilevanza

Caso sviluppato e implementato come misura di adattamento ai cambiamenti climatici.

Dettagli aggiuntivi

Partecipazione degli attori interessatI

Drax Power fornisce contributi a Energy UK (un'associazione di categoria del Regno Unito per l'industria) per quanto riguarda l'identificazione delle minacce e delle misure di adattamento ai cambiamenti climatici. Attraverso tale impegno, l'industria energetica aiuterà il governo del Regno Unito a comprendere il livello di capacità di adattamento all'interno del sistema energetico, che viene successivamente inserito nei rapporti di valutazione del rischio dei cambiamenti climatici del Regno Unito e nei programmi nazionali di adattamento. L'impegno con Energy UK consente all'industria energetica di collaborare tra loro, per ridurre al minimo le minacce dei cambiamenti climatici e migliorare la resilienza del sistema energetico nel suo complesso. Inoltre, Drax organizza tavole rotonde delle parti interessate e delle ONG. Due di questi eventi si sono svolti a Londra e Bruxelles nel 2017, per discutere gli approcci alla sostenibilità della biomassa e i rischi associati all'approvvigionamento di fibre di legno. Tuttavia, non sono state gestite discussioni specifiche sulle esigenze di adattamento.

Successo e fattori limitanti

La diffusione geografica dei porti e le misure di gestione delle inondazioni nei porti hanno permesso a Drax di aumentare la sua capacità di importazione dagli Stati Uniti per la biomassa di pellet di legno fino a 2 milioni di tonnellate all'anno. Ci sono alcune polemiche per quanto riguarda i benefici climatici e gli impatti sulla biodiversità del cambiamento di combustibile dai combustibili fossili alla biomassa nelle centrali elettriche di Drax. Drax si impegna ad approvvigionare il legno (prevalentemente raccogliendo residui e legni tondi di basso valore) dalle foreste lavoratrici piuttosto che dalle foreste primarie, e a garantire che i benefici ambientali di tali foreste siano mantenuti (attraverso, ad esempio, la piantagione di alberi). Tuttavia, l'uso prevalentemente di biomassa forestale negli Stati Uniti ha attirato alcune critiche da parte di organizzazioni non governative negli Stati Uniti che ritengono che l'aumento della domanda di biocarburanti in generale, e l'aumento della domanda di pellet di legno da parte di Drax in particolare, siano responsabili dei danni agli habitat forestali e potrebbero persino aumentare le emissioni di gas serra. L'AEA non è in grado di prendere posizione in questo complesso dibattito, che coinvolge agenzie governative, organizzazioni non governative, fornitori di servizi di certificazione, nonché ulteriori esperti e parti interessate. I vantaggi di adattamento di questo progetto non sono controversi e sembrano trasferibili ad altre regioni e progetti. Tuttavia, il dibattito sugli aspetti più ampi della sostenibilità della strategia per la biomassa di Drax sottolinea che ci possono essere sinergie e compromessi tra l'adattamento ai cambiamenti climatici, la mitigazione e altre preoccupazioni ambientali e sociali. L'elaborazione di strategie di adattamento da parte di attori pubblici e privati deve tener conto di tali preoccupazioni in modo esaustivo al fine di evitare disadattamenti. Nell'ambito del suo continuo lavoro volto a migliorare i contenuti Climate-ADAPT, l'AEA valuterà se sono disponibili ulteriori informazioni per riesaminare tali aspetti.

Costi e benefici

La suddivisione geografica dell'approvvigionamento di biomassa tra più porti sulle coste orientali e occidentali del Regno Unito riduce il rischio di eventi climatici in caso di interruzione dell'approvvigionamento di carburante. La strategia consente inoltre di effettuare maggiori importazioni di combustibili da biomassa, consentendo un'ulteriore conversione della centrale elettrica di Drax dal carbone alla biomassa. Drax può ora ricevere spedizioni da navi con capacità di 65.000 tonnellate a causa degli investimenti effettuati dai porti sottoscritti da contratti a lungo termine con Drax. Ad esempio, Drax ha investito 135 milioni di sterline (150 milioni di euro) a Immingham per facilitare il trasporto efficiente della biomassa dagli Stati Uniti. Il porto di Immingham ha investito 4,7 milioni di sterline nella costruzione di un nuovo portone esterno per proteggere da 1 su 1000 eventi alluvionali e 0,5 milioni di sterline in opere di resilienza alle inondazioni nelle sottostazioni elettriche. Inoltre, quando Drax raggiunge la massima capacità con la prevista conversione di una quarta centrale elettrica entro la fine dell'anno, si trovano nella posizione unica di essere in grado di assistere altri operatori di biocarburanti con scorte di biomassa in caso di necessità.

Un aumento della tempesta nel 2 013 ha causato una perdita di consegne di biomassa alla centrale elettrica di Drax. Di conseguenza, il carbone è stato utilizzato per continuare a produrre energia. Ormai, tutte le caldaie di Drax funzionano esclusivamente con biomassa al 100 %. Pertanto, garantire un continuo approvvigionamento di biomassa e prevenire danni agli stock di biomassa dalle inondazioni è imperativo per le loro attività. Se si verificasse oggi un evento alluvionale come nel 2013, senza misure di adattamento, i costi attesi per Drax a causa della perdita di operazioni sarebbero di 1 milione di sterline al giorno. Se la carenza di carburante dovesse portare a tagli di energia, i costi sociali più ampi sarebbero molto più alti.

Secondo la legge britannica sui cambiamenti climatici del 2008, il settore energetico è responsabile della valutazione dei rischi che il settore comporta dal cambiamento climatico. In base alla legge, Drax deve (insieme a vari altri soggetti interessati del sistema energetico) presentare relazioni sull'adattamento ai cambiamenti climatici, che spiegano i rischi dei cambiamenti climatici per le loro attività e le strategie di risposta.

Nell'ambito del UK Renewables Obligation Scheme, introdotto nel 2002, i fornitori di energia elettrica devono procurarsi una quota di energia elettrica da fonti rinnovabili. I certificati di obbligo rinnovabile sono assegnati ai fornitori che generano energia elettrica rinnovabile, con operatori in grado di scambiare tali certificati con altre parti. Quando i fornitori non dispongono di un numero sufficiente di certificati per soddisfare i loro obblighi entro l'anno di riferimento, devono quindi versare una somma in un fondo di acquisto.

Drax è anche parte di un Contratto per differenza (CfD) con un'entità di proprietà governativa (The Low Carbon Contracts Company), che è responsabile della fornitura di aspetti per il programma di riforma del mercato dell'energia elettrica del governo. Attraverso questo programma, Drax può effettuare o ricevere pagamenti attraverso la quantità di energia elettrica spedita dalle loro unità di biomassa.

Tempo di implementazione

La maggior parte delle misure di adattamento che hanno avuto luogo nel porto di Immingham si sono verificate dopo gli eventi delle inondazioni del 2013. Drax importa biomassa e aggiorna proattivamente gli impianti portuali dal 2008.

Durata

Informazioni di riferimento

Contatto

Graham Backhouse
Drax Power
Head of Supply Chain and Logistics

Gareth Russell
Trade and Sector Specialist for Forest Products
AB Ports

Riferimento

Drax Group Plc website and their related Adaptation to Climate Change Report. Further information was located through the Energy UK website, in addition to interviews with Graham Backhouse

Pubblicato in Climate-ADAPT Nov 22 2022   -   Aggiornamento più recente in Climate-ADAPT Nov 22 2022


Si prega di contattarci per qualsiasi altra richiesta su questo caso di studio o per condividere un nuovo caso di studio (e -mail climate.adapt@eea.europa.eu )

Azioni sul documento