Home Banca dati Opzioni di adattamento Spazi verdi e corridoi nelle aree urbane

Exclusion of liability

This translation is generated by eTranslation, a machine translation tool provided by the European Commission.

Website experience degraded
We are currently facing a technical issue with the website which affects the display of data. The full functionality will be restored as soon as possible. We appreciate your understanding. If you have any questions or issues, please contact EEA Helpdesk (helpdesk@eea.europa.eu).
Adaptation option

Spazi verdi e corridoi nelle aree urbane

Recenti studi hanno evidenziato l'importanza di potenziare le aree verdi urbane e collegare frammenti di spazio verde con corridoi ecologici per migliorare la biodiversità e la dispersione di specie animali all'interno del paesaggio urbano. Se adeguatamente progettati, i corridoi verdi possono migliorare la ventilazione urbana, consentendo all'aria più fredda dall'esterno di penetrare nelle aree più densamente costruite, riducendo così l'effetto dell'isola di calore urbano. Le aree verdi urbane possono anche avere effetti positivi sulla salute umana e sull'adattamento ai cambiamenti climatici. La capacità della vegetazione di trattenere l'acqua è un'importante funzione di prevenzione delle inondazioni che può ridurre gli scarichi di picco.

Gli spazi verdi nelle città possono anche fornire raffreddamento attraverso l'ombreggiatura e una maggiore evapotraspirazione, riducendo così l'effetto dell'isola di calore che si verifica in molte città. Le aree verdi sono spesso minacciate dall'espansione delle strutture urbane, che hanno frammentato aree naturali, creando piccole macchie di spazi verdi tra edifici e strade. Ad esempio, le zone di boschi urbani sono generalmente separate l'una dall'altra, il che influisce sulla capacità di molte specie boschive di disperdersi o muoversi tra luoghi diversi con habitat simili. Corridoi ecologici o collegamenti tra boschi urbani, giardini o altri spazi verdi sono riconosciuti come un modo per limitare gli effetti negativi della frammentazione. La creazione di aree verdi e corridoi può essere applicabile nella maggior parte delle aree urbane. L'ampia gamma di tecniche disponibili consente l'applicazione in aree con caratteristiche molto diverse e anche dove lo spazio è limitato. Le tecniche includono, ad esempio, tetti verdi e pareti che utilizzano la vegetazione sui tetti e sulle facciate degli edifici per fornire raffreddamento in estate e isolamento termico in inverno.

Dettagli aggiuntivi
Informazioni di riferimento

Dettagli sull'adattamento

Categorie IPCC

Strutturale e fisico: opzioni di adattamento basate sull'ecosistema

Partecipazione degli attori interessatI

Il successo di queste misure è aumentato grazie al coinvolgimento delle reti locali di parti interessate dei settori privato, pubblico e del volontariato.

Successo e fattori limitanti

La gestione del paesaggio urbano è un processo complesso sottoposto a agende contrastanti come abitazioni, infrastrutture di trasporto, infrastrutture commerciali, economia, ecc. Le infrastrutture verdi devono essere stabilite in modo attento, tenendo conto delle caratteristiche locali e delle vulnerabilità ai cambiamenti climatici. La selezione delle specie da adottare per le infrastrutture è fondamentale, in quanto devono essere adattate all'ambiente locale e all'evoluzione prevista delle condizioni climatiche. Gli effetti collaterali dovrebbero essere presi in considerazione anche nell'identificazione delle specie vegetali; ad esempio, l'introduzione di specie esotiche può avere un impatto negativo sulla biodiversità locale.

Costi e benefici

Studi su costi e benefici suggeriscono che queste misure hanno benefici sociali, ecologici e finanziari. I vantaggi includono: aumento della biodiversità urbana, maggiori qualità ambientali nelle aree urbane (ad esempio aree ricreative, giardinaggio comunitario), ridotta vulnerabilità alle ondate di calore e alle inondazioni, aumento dello stoccaggio del carbonio (mitigazione), mitigazione dell'inquinamento atmosferico.

La Commissione europea incoraggia soluzioni verdi, considerando le infrastrutture verdi come uno strumento essenziale per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici. Le infrastrutture verdi sono obbligatorie solo in un numero limitato di politiche di pianificazione a livello nazionale e regionale in Europa.

Tempo di implementazione

5-10 anni.

Durata

Più di 25 anni.

Informazioni di riferimento

Riferimenti:

Strategie di adattamento del progetto della DG CLIMA delle città europee (EU Cities Adapt)

Pubblicato in Climate-ADAPT Nov 22 2022   -   Aggiornamento più recente in Climate-ADAPT Aug 17 2023

Azioni sul documento